CONDIVIDI
privacy analytica

Avete notato tutte quelle mail legate a termini e privacy che vi stanno arrivando? Ecco, c’è una ragione ben precisa dietro tutte queste novità. L’Europa infatti, dopo il caso di Cambridge Analytica, ha modificato il suo regolamento sulla privacy, imponendo di applicare le modifiche a tutti i servizi ai quali siamo iscritti.

Le regole impongono un regolamento unico applicato a tutti i paesi e che sono tenute a rispettare anche tutte quelle aziende extraeuropee che operano all’interno dei pesi UE. Non ci sarà quindi alcuna possibilità di violazione senza che l’azienda in questione ne subisca le conseguenze.

“Queste regole impediranno il ripetersi di casi come quello di Cambridge Analytica”, ha spiegato il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani, aggiungendo inoltre come “ogni forma di utilizzo non autorizzato dei nostri dati deve esserci comunicato entro 72 ore”. In realtà i paesi UE sono un po’ in ritardo sull’applicazione delle nuove regole, Italia compresa.

“Io confidavo che si potesse arrivare alla data del 25 maggio con il nuovo decreto legislativo approvato”, ha spiegato infatti il garante della privacy italiano “capisco le esigenze di approfondimenti, ma rivolgo un appello al Parlamento con molto rispetto e sommessamente: che si faccia presto”.  Specialmente perché “nella società digitale proteggere i dati vuol dire proteggere le nostre persone, quindi è un cambiamento di paradigma forte che impegna tutti”.

Una struttura più rigida e una maggiore protezione delle nostre informazioni, dovrebbe evitare di trasformare i cittadini i masse di dati da spremere a piacimento, come avviene invece in moltissimi casi.

Resta da vedere se il nuovo regolamento sarà applicato con attenzione, e che effetti avrà su tutti quei portali, social in particolare, che vivono della vendita delle nostre informazioni  delle nostre abitudini.

Il tentativo di un web più trasparente sembra comunque in atto, e, dopo le parole dure della Commissione Europea durante l’incontro con Zuckerberg qualcosa dovrà necessariamente cambiare.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here