CONDIVIDI

Il debutto ufficiale di Outlander è fissato per il 9 agosto. A poco meno di due settimane la Starz ha lanciato il trailer ufficiale durante il panel della serie al Comic Con di San Diego. Viaggi nel tempo, avventura, romance, sullo sfondo dei suggestivi paesaggi delle highlands scozzesi. L’adattamento per il piccolo schermo della saga best-seller di Diana Gabaldon, prodotto da Ronald D. Moore – l’artefice del successo di Battlestar Galactica – è la serie di punta per questa stagione dell’emittente via cavo americana, che cerca di piazzarsi al livello dei competitor quali Showtime e Hbo lanciando una serie fresca e intrigante che già qualcuno ha addirittura accostato a Game of Thrones, anche se le due serie non potrebbero essere più diverse.

I sedici episodi della prima stagione – che sarà divisa in due parti da otto puntate ciascuna – riprodurranno quasi fedelmente il primo degli otto libri della saga (edito in Italia da Corbaccio con il titolo “La Straniera”). La storia di Outlander inizia nella Scozia del 1945 con l’infermiera di campo Clare Beuchamp Randall (interpretata da Caitriona Balfe), finalmente riunitasi al marito Frank (Tobias Menzies), dopo la grande guerra, per una seconda luna di miele a Inverness. Quando, durante una gita, Claire attraversa un antico cerchio di pietre druidico si ritrova misteriosamente catapultata indietro nel tempo di duecento anni, nella Scozia del 1743. Qui, tra le difficoltà di adattarsi al passato e il desiderio di tornare a casa da Frank, sarà costretta per la sua incolumità a sposare il nobile highlander Jamie Fraser (Sam Heughan), di cui si innamorerà perdutamente.

«What if your future was the past?» si legge tra un’immagine e l’altra del trailer che condensa a grandi linee questa trama. E in effetti, in meno di due minuti, c’è proprio tutto. Dal misterioso salto nel tempo di Claire, alla sua vita da donna sposata nel 1945, fino all’incontro con il clan McKenzie e l’indecifrabile Geillis Duncan. C’è il romanticismo di alcuni momenti con Jamie ma anche avventura e adrenalina dei combattimenti tra i ribelli scozzesi e soldati inglesi. Lo struggimento di voler tornare a casa da Frank e lo choc di ritrovarselo davanti anche nel passato. Insomma, gli ingredienti per una serie di successo ci sono tutti, non resta che aspettare il 9 agosto.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here