CONDIVIDI

Ci sono premi e premi: ma c’è una statuetta che occupa un posto speciale nel cuore degli appassionati di cinema. Sono gli Academy Awards, meglio noti come Oscar. Da 86 anni creano scalpore e forti emozioni nel mondo del grande schermo. In vista della cerimonia di assegnazione dei premi di quest’anno, che si terrà il prossimo 22 febbraio, riviviamo insieme i momenti indimenticabili al Kodak Theatre.

1999, premio tutto italiano

La vita è bella è un film famosissimo, apprezzato per i modi in cui tratta un tema delicato come l’olocausto. E’ Sophia Loren ad annunciare il vincitore Roberto Benigni, che non manca di ricordare la sua allegra follia nella corsa verso il palco.

1973, il rifiuto

Una nativa americana è sulla bocca di tutti agli Academy Awards: Marlon Brando sceglie Sacheen Littlefeather come portavoce per rifiutare la dorata statuetta. La ragazza spiega: “Questo avviene per come i nativi americani sono trattati tutt’oggi“. Il pubblico, ovviamente, non la prende bene, e il discorso della giovane pellerossa è coperto da fischi.

2014, commozione via twitter

Robin Williams, attore poliedrico e amato da tanti, muore drammaticamente, suicidandosi. La pagina twitter degli Oscar gli dedica un commovente post, riprendendo uno dei personaggi a cui l’attore ha prestato la sua inconfondibile voce. Williams aveva vinto un Oscar, nel 1998, come Miglior attore non protagonista in Will Hunting-Genio ribelle.

2014, sempre più social

Questa foto ha fatto il giro del mondo, conquistando un numero esagerato di condivisioni. Tutti i protagonisti della cerimonia di assegnazione degli Oscar dello scorso anno, sorridenti e felici, immortalati nell’inquadratura dell’anno, il selfie.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − sei =