CONDIVIDI
Roman Oshin

Questa sera su Canale 5 va in onda “Orgoglio e pregiudizio“, diretto nel 2005 da Joe Wright e interpretato da Keira Knightley e Matthew Macfadyen. La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo di Jane Austen del 1813.

La trama è ambientata nella rigida Inghilterra divisa in classi del 18esimo secolo, ed è incentrata sulle vicende della famiglia Bennet. Le cinque sorelle Bennet, Elizabeth, Jane, Lydia, Mary e Kitty, sono cresciute con una madre ansiosa di trovar loro un marito che garantisca loro un futuro sicuro: ma, tra loro, Elizabeth (Keira Knightley) aspira a vivere la sua vita con una più ampia prospettiva, almeno fino al suo incontro con il tenebroso Signor Darcy (Matthew Macfadyen).

Roman Oshin
Roman Oshin

Il film “Oroglio e pregiudizio” rappresenta uno degli adattamenti cinematografici dell’omonima opera della scrittrice inglese Jane Austen, pubblicata il 28 gennaio 1813 con il titolo originale di “Pride and Prejudice“. Il romanzo ha come temi principali l’orgoglio di classe del signor Darcy e il pregiudizio di Elizabeth Bennet (protagonista femminile della vicenda) nei suoi confronti. La trama si concentra sulle vicende della famiglia Bennet, esattamente come accade nel film.

Il film è molto fedele al romanzo, tanto da riportarne talvolta frasi citate quasi testualmente. Alcune differenze si ritrovano nel fatto che il film riesce a dare un tocco di personalità in più ai personaggi maschili, sui quali la Austen non si sofferma particolarmente. Altre differenze le si possono riscontrare nella scena in cui Elizabeth si reca a casa di Lady Catherine e non è quest’ultima a chiederle di suonare il piano, bensì il cugino Darcy. Nel film non vengono mostrate neanche le scene in cui Elizabeth, mentre si trova a casa dei Collins, spesso si trova a fare delle passeggiate con il signor Darcy, che più di una volta fa in modo di incontrarla.

Roman Oshin
Roman Oshin

Dopo la dichiarazione, il film mostra un Darcy che si reca appositamente a casa di Elizabeth per consegnarle la lettera che spiega il suo comportamento, mentre nel libro il personaggio maschile rimane ad aspettarla nel boschetto fin quando non la vede uscire di casa. Il film taglia anche una sequenza del libro che vede l’amico Bingley, subito dopo aver saputo della dichiarazione di Darcy, fare in modo che lui ed Elizabeth si ritaglino un momento per poter passeggiare assieme in solitudine.

Nel libro è Elizabeth a raccontare del fidanzamento alla madre e alle sorelle. Il giorno dopo questo evento, il libro riporta un’altra conversazione tra Darcy ed Elizabeth, dove i due si parlano dandosi reciprocamente del “tu“.

Roman Oshin
Roman Oshin

Un’ultima differenza riguarda il finale: mentre il film si conclude con il signor Bennet che concede la mano di Elizabeth al signor Darcy, il libro si conclude con il racconto dei matrimoni tra Elizabeth e Darcy e tra Jane e Bingley.

UN COMMENTO

  1. La traduzione in italiano fa pena.. centomila volte meglio guardare il film nella lingua originale.. nell’ ultima scena quando lizzy vede darcy arrivare da lontano lei tira un sospiro di stupore, cosa che non si sente quando lo si guarda nella lingua italiana.
    Questo era un piccolo esempio di tanti ma piccoli errori che vengono fatti durante il doppiaggio che sminuiscono la vera interpretazione degli incredibili attori di questo film.
    Stefano

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here