CONDIVIDI
Jason LaVeris/Getty Images

La polizia di Los Angeles ha aperto un’inchiesta nei confronti dell’attore Charlie Sheen, come confermato da The Hollywood reporter.

Mentre si attende la conferma ufficiale da parte della L.A.P.D., la motivazione sembra legata alle minacce di morte che Sheen avrebbe indirizzato all’ex fidanzata, Scottine Ross, interrogata la scorsa settimana dalla polizia in merito alla situazione dell’ex partner, portatore del virus HIV.

Sheen è terminato nei guai per aver rivelato, stando anche a una testimonianza raccolta in una registrazione, di aver compiuto atti sessuali senza alcuna protezione, proprio con la Ross, pur essendo consapevole di essere malato di AIDS. Inoltre, stando a un’altra fonte (NY Daily News), il figlio di Martin Sheen (che all’anagrafe risulta come Carlos Estevez) oltrechè protagonista di Hot Shots, Platoon e Wall Street, avrebbe pagato la somma di 20 mila dollari a un sicario per fare uccidere l’ex fidanzata, che aveva assunto un ruolo-chiave nelle precedenti indagini della polizia di Los Angeles.

Lo scorso dicembre, la Ross ha mosso denuncia verso Sheen, accusandolo di aggressione e percosse. Poco dopo, aveva rivelato al magazine People di avere ritirato la denuncia “per aver paura di essere uccisa da lui“.

Charlie Sheen ha rivelato la positività al virus lo scorso novembre, durante un’intervista concessa al giornalista e conduttore statunitense Matt Lauer.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here