CONDIVIDI
Milan, pareggio scialbo e Bonucci alza la voce

Un noioso pareggio ad Atene, un punto che avvicina il Milan alla qualificazione in Europa League ma ancora troppo poco gioco. Il capitano dei rossoneri, Leonardo Bonucci, si è presentato in sala stampa, analizzando la partita e sottolineando che cosa serve ancora alla squadra.

Il Milan di Vincenzo Montella torna da Atene con un buon punto per la classifica ma ancora con una prova opaca.

Dopo il triplice fischio finale, il capitano del Milan, Leonardo Bonucci, ha parlato davanti ai microfono di Sky.

L’ex giocatore della Juventus a tal proposito ha dichiarato: “Le due partite con l’AEK Atene sono state strane. Loro giocavano uomo contro uomo e ci lasciavano la superiorità solo dietro. Sapevamo che era difficile, ma abbiamo preso un buon punto e ora pensiamo alla gara contro il Sassuolo, vogliamo riprendere la corsa in campionato”.

Nessun altro passo falso è consentito in campionato, un momento in cui rischia molto anche il suo allenatore, Vincenzo Montella.

Bonucci sottolinea la mancanza di personalità da parte della squadra: ‘In campo scendiamo noi, non soltanto le idee dell’allenatore. Siamo noi a metterci la faccia e dobbiamo far risultato per far tornare l’entusiasmo che c’era quest’estate. Ci manca un pizzico di personalità e sfrontatezza. La squadra deve prendersi qualche responsabilità in più quando abbiamo la palla tra i piedi. Vedo comunque in questa squadra grandissima qualità”.

Il difensore dei rossoneri ha concluso evidenziando di sentirsi bene dopo il rientro: “In queste due settimane ho potuto lavorare bene e ho fatto un percorso importante sia a livello fisico che mentale. Dovevo staccare un po’ dopo tutto quello che ho passato dal 14 luglio. Sono contento della prestazione, anche se devo ancora crescere”.

Per il momento è tutto, restate sintonizzati con noi di blogdicultura per conoscere le ultime notizie sul mondo del calcio, dello sport, dello spettacolo e molto altro ancora.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here