CONDIVIDI

Siete pronti a riaccendere i fornelli? Anche quest’anno insieme all’atmosfera natalizia torna l’appuntamento culinario più atteso: MasterChef Italia.

Il 17 dicembre inizia la quinta stagione del talent che incorona il migliore chef amatoriale d’Italia, un’edizione che vede un’importante novità: domani alle 21.10 su SkyUno, accanto agli irriducibili Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich, farà il suo debutto nella cucina più spiata d’Italia un quarto giudice, Antonino Canavacciuolo, chef detentore di ben due stelle Michelin, tre cappelli della guida dell’Espresso, tre forchette del gambero Rosso, gestore del Ristorante Hotel Villa Crespi a Orta San Giulio sul Lago d’Orta e già conduttore di “Cucine da Incubo“, nell’edizione italiana del format britannico condotto dal temutissimo Gordon Ramsey.

image

Ecco quindi che il terzetto delle meraviglie e i suoi equilibri verranno “sconvolti” dall’esuberanza meridionale di Canavacciulo che già nella scorsa edizione aveva preso i panni del giudice di eccezione per ben due puntate, portando quanto meno a qualche congettura su un suo eventuale approdo al programma.

I giudici sono stati intervistati per la presentazione del programma e Canavacciuolo subito ammette: “Da anni ammiravo le cose che facevano Cracco e Barbieri e provavo le loro ricette, collaborare con questi due mostri per me è stato un onore: tutti vorrebbero far parte di MasterChef, anche chi lo critica“.

Tutti ormai, anche i meno appassionati, conoscono i giudici storici del programma, che fra “mappazzoni”, piatti lanciati con spregio e giudizi altezzosi sono riusciti a fare di un programma così “settoriale” una vera occasione di intrattenimento, ma come si comporterà il neogiudice? Canavacciuolo in “Cucine da incubo” ha mostrato di avere il pugno di ferro ma di essere capace anche di slanci di tenerezza e oggi avvisa: “Se un concorrente propone un piatto che mi piace sorrido, se mi sento preso in giro mi arrabbio e pure molto. Ben vengano le persone creative, ma anche quelli che crescono giorno per giorno per me sono importanti“.

Sicuramente l’arrivo di Canavacciuolo darà nuovo smalto a un format in cui molto è stato già visto e rivisto. Alcuni adattamenti sono strutturali, ad esempio durante le selezioni, in caso di due “sì” e due “no” il concorrente è stato eliminato. Ma le differenze maggiori si vedranno in puntata, quando a prendere la parola sarà un nuovo agguerrito “personaggio” pronto a far pendere da una parte o dall’altra l’ago della bilancia e a far nascere nuovi tormentoni.

Bruno Barbieri dà qualche anticipazione sui concorrenti: “È stato complicato giudicare i concorrenti, abbiamo visto molta bella gente ma anche qualche matto. Si è presentata molta gente brava ma anche con un sacco di stranezze, è stata un’infornata davvero divertente e tra noi ci siamo trovati benissimo“.

E per quanto riguarda il finale controverso della scorsa edizione, causato dalle rivelazioni di Striscia La Notizia? Cracco torna rapidamente sull’argomento: “Non siamo pentiti delle nostre scelte, abbiamo sempre cercato di premiare il migliore: il resto sono polemiche abbastanza inutili“. E lo show reagisce allo ‘spoiler’ in maniera ironica con una piccola novità: MasterChef lancia l’hashtag #havintomasterchef con cui i fan che affollano i social network (500mila tweet solo lo scorso anno) potranno nominare un vincitore immaginario.

Al vero trionfatore spetteranno invece 100mila euro in gettoni d’oro e la possibilità di pubblicare il proprio libro di ricette edito Baldini & Castoldi. Per finire qualche indiscrezione per le prove in esterna: i concorrenti visiteranno l’Europa, si sposteranno lungo la riviera romagnola e oltre all’organizzazione di picnic gourmet dovranno perfino avere a che fare con il ranch di Valentino Rossi a Tavullia, dove allestiranno una grigliata per lo staff e i piloti dello Sky Racing Team.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here