CONDIVIDI

Squadra che vince non si cambia: così Made in Sud continua a funzionare. La prima puntata della sesta edizione dello show comico di Rai 2, secondo i dati Auditel, ha sfiorato quota 2 milioni di spettatori (con share dell’8,36%) in un prime-time che vedeva la trasmissione degli assi-pigliatutto Un’altra vita (Rai 1) e I Cesaroni (Canale 5).

Qualche novità, nello show condotto da Gigi e Ross, Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci, in effetti c’è, come le new-entry Sex and Sud (rivisitazione di Sex & the city), il momento Chi t’ha vist (Nuzzo e Di Biase) e un nuovo personaggio: il SuperCattivo.

Ad aprire la nuova stagione di Made in Sud sono i DiteloVoi, col filone Gomorroide, seguiti dall’irresistibile scorbutico Nonno Moderno (Nello Iorio) e dal maniaco dei reality Alessandro Bolide.

É poi il turno di Pigroman (Mariano Bruno) col suo tormentone “E questo ci si sa!” e di Enzo e Sal con l’esilarante “incazzatore“.

Ci sono poi i racconti delle vacanze estive trascorse da Tonino Cardamone (Paolo Caiazzo), in coda in autostrada e da Gino Fastidio, che per l’occasione si è recato ad Amsterdam.

Si prosegue dunque, senza soluzione di continuità, con Kekko Silvestre imitato da Francesco Cicchella, Marco Capretti che racconta la smartphone-mania e il rapper Arancino, contro l’alcolismo.

Intensa e dinamica anche l’ultima ora dello show, con l’imitazione di Mika, Ciro Giustiniani e il mondo in divenire, i Malincomici e lo StripCabaret maschile, che prevede una punizione per il pubblico: ogni battuta non applaudita viene smesso un indumento. Si chiude con un monologo di Dado.

Appuntamento con la seconda puntata di Made in Sud a martedì 30 settembre.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − sei =