CONDIVIDI

L’hanno fatto davvero.
Pool Paolini e Marianela Perelli, due artisti argentini (precisamente di Rosario), hanno pubblicato pochi giorni fa sui social network la loro ultima invenzione: Barbie e Ken in versione della Vergine e di Gesù Cristo.

Barbie prende le vesti della Vergine di Luján, di Nostra Signora di ItatÍ, di Maria Maddalena, della Vergine di Aparecida ed inoltre della Vergine di Lourdes.
Ken, invece, appare nella versione Buda, San Cayetano, San Sebastiano, San Roque e Sacro Cuore di Gesù.
Anche le piccole ed innocenti Shelly prendono le sembianze di angioletti o piccoli “Santi dottori”.
A fare più scalpore, è stata la versione di Ken in versione Gesù che appare addirittura crocifisso.

Inutile annoverare le innumerevoli critiche che queste particolari creazioni hanno ricevuto.
Molti religiosi si sono sentiti offesi dalla creazione di queste Barbie. In particolar modo, i cittadini argentini sono rimasti feriti dalla bambola che raffigura il defunto Correa, una figura mitica argentina a cui molti sono devoti.

Alle numerose critiche, gli artisti rispondono: «In un mondo che premia pensare ed agire, non dovrebbero esserci critiche. Impiegare un pò di sano e ribelle umorismo, evidenziando l’immaginario mondo religioso, non dovrebbe nuocere nessuno.»

La fedina penale degli artisti potrebbe risentirne, in quanto quasi sicuramente verranno citati in giudizio per non aver chiesto a nessuno il permesso per la creazione delle bambole in questione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − cinque =