CONDIVIDI
ipad pro

Dopo il lancio dei nuovi iPhone che puntano alla tecnologia più avanzata senza badare in alcun modo a prezzo, ecco che Apple si muove in una direzione inaspettata con il lancio dei suoi nuovi Macbook e iPad pro annunciati proprio nella conferenza di ieri.

Macbook Air si rinnova in modo totale, rispetto alla ormai lontana versione del 2010, i nuovi dispositivi infatti saranno prodotti al 100% in alluminio riciclato, una svolta ecologica quella di Apple che non resterà inascoltata. I nuovi Mac, vantano inoltre un display retina e costano, a seconda della loro configurazioni cifre più elevate delle vecchie edizioni, si parte infatti da 1.199 dollari, cifra estrema per un portatile ma che sembra che il popolo Apple sia pronto ad affrontare.

MacBook Air nella sua nuova incarnazione è inoltre più sottile del 10% e più leggero.

Si aggiorna anche Mac Mini, che passa ad un prezzo di 799 dollari, ben 300 più dei precedenti 499.

Tim Cook ha spiegato come: “Oltre la meta’ degli acquirenti dei nostri computer e’ nuova sul Mac, il 76% in Cina”. Il mondo Mac sta quindi attirando nuovi clienti, nonostante la crescita notevole dei prezzi degli ultimi anni che rende le nuove macchine ancora più proibitive.

Tra gli annunci, troviamo finalmente anche il nuovo iPad pro con lo schermo senza cornici, il dispositivo viene venduto in due modelli, il più grande con un display da 12,9 pollici. I prezzi in questo caso spaziano tra i 799 dollari e i 999 dollari. Diciamo pure che i circa 1000 Euro, sono diventati ormai lo standard della produzione della mela, che ci piaccia o meno.

I prodotti presentati sono già in vendita in preordine, ma verranno consegnati solo a partire dal 7 novembre. Una carrellata di device innovativi e potenti, che lascia molta perplessità però per la scelta del prezzo. Da sempre Apple è più costosa del mondo Android, cifre del genere però diventano davvero proibitive, soprattutto in assenza di una proposta economica o mini, come nel caso di iPad Mini fermo ormai da tempo alla quarta versione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here