CONDIVIDI

Ci avviciniamo sempre di più alla conclusione di questa intensa stagione de L’Onore e il rispetto – Parte quarta, la popolarissima serie di Canale 5 con protagonista Gabriel Garko, il quale prossimamente sarà nel cast di un’altra attesissima fiction, “Non è stato mio figlio”, dove lo vedremo recitare al fianco di Stefania Sandrelli. La quinta e penultima puntata de L’Onore e il rispetto andrà in onda martedì 29 settembre, in seconda serata, dove si scontrerà con il quarto episodio di Provaci ancora prof 6 con Veronica Pivetti.

Le anticipazioni della quinta puntata rivelano che Maria Pia (Lina Sastri) è molto in ansia per la mancanza di notizie del figlio Micheluzzo (Thiago Alvez) e inizia a sospettare che sia accaduto qualcosa di brutto. Così decide di interrogare il marito Dante Giordano (Massimo Venturiello), convinta che sia lui il responsabile della scomparsa del figlio. Purtroppo la discussione tra i due degenera fino al punto che Maria Pia in un eccesso di ira uccide lo stesso Dante.

Grazie all’aiuto di Fania Salice (Barbara De Rossi) la piccola Antonia (Beatrice Galati) è riuscita a scappare dai suoi sequestratori. La notizia arriva subito all’orecchio di Tonio (Gabriel Garko) che si precipita in chiesa da Padre Francesco, sperando che la bambina sia lì. Invece della figlia, Tonio ritrova Carmela (Laura Torrisi) e tra i due si riaccende la passione che un tempo li legava. Le ricerche di Antonia dunque continuano. Mentre cerca la bambina, Michael (Stefano Dionisi) ha un malore che di lì a poco lo condurrà alla morte. Tonio, rimasto solo, continua a cercare sua figlia che finalmente riesce a trovare al cimitero, sulla tomba della madre.

Rolla (Francesco Testi), intanto, è sulle tracce del carico di droga ed interroga Fania. La donna rivela al commissario che Ettore De Nicola (Valerio Morigi) per impadronirsi dell’eroina è disposto ad eliminare chiunque lo voglia ostacolare. Rolla preoccupato per l’incolumità di Daria (Daria Baykalova) corre a casa della donna per lasciarla, perché vicino a lui non sarà mail al sicuro. Per Rolla il destino ormai è segnato.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here