CONDIVIDI

Tra i tanti ospiti che stasera popoleranno la finalissima del Festival di Sanremo 2016 – tra i quali spiccano l’intramontabile Renato Zero e la rediviva Cristina D’Avena – ci sarà anche un attore divenuto ormai garanzia della fiction italiana di un certo livello: stiamo parlando di Beppe Fiorello.
Il talentuoso attore siciliano salirà sul palco dell’Ariston per presentare la miniserie in due puntate dal titolo “Io non mi arrendo”, che andrà in onda subito dopo Sanremo lunedì 15 e martedì 16 febbraio su Rai Uno.

La miniserie, coprodotta da Rai Fiction e Picomedia per la regia di Enzo Monteleone, è ispirata alla vera storia di Roberto Mancini, il funzionario di Polizia che per primo intuì e indagò a partire dagli anni ’90 su quanto stava avvenendo nel napoletano, dove migliaia di tonnellate di rifiuti tossici venivano sversati nel terreno per mano della Camorra. Una scoperta sconcertante che porterà Mancini a lottare fino alla fine contro i potenti, per amore della sua terra e dei suoi abitanti.
Le conseguenze come sappiamo saranno disastrose per quella che è stata ribattezzata la ‘Terra dei Fuochi’ e lo stesso poliziotto pagherà con la vita morendo di cancro nel 2014.

Il dramma della Terra dei Fuochi sbarca dunque su Rai Uno, grazie alla storia raccontata da Beppe Fiorello che vestirà i panni del protagonista e che siamo certi ci regalerà l’ennesima intensa e toccante interpretazione.
Ricordiamo il recente successo di “L’angelo di Sarajevo” – altra fiction di impegno civile che lo vedeva protagonista della storia tratta dal libro di Franco Di Mare – o di “Volare” – che raccontava la vita del grande Domenico Modugno.

Nel cast insieme a Beppe Fiorello in “Io non mi arrendo”, anche Massimo Popolizio, Elena Tchepeleva, Alessandro Riceci e Maddalena Crippa.

L’appuntamento è per lunedì 15 e martedì 16 febbraio alle 21.25 su Rai Uno.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 + sedici =