CONDIVIDI

Spiacevole collegamento dal programma di approfondimento politico di La7, In Onda, con l’inviata assalita al luna park di Tarquinia. Il fatto accaduto a causa di un servizio nel luna park della cittadina nel quale è stata instaurata una bancarella di tiro a segno che permette di sparare a lattine con le immagini dei politici.

La strana “attrazione” del luna park di Tarquinia, che cavalca il forte sentimento di antipolitica, è stato subito assalito da tanti curiosi, tanto da attirare l’attenzione del programma In Onda condotto da David Parenzo e Tommaso Labate, che gli hanno dedicato la parte finale dell’edizione di oggi. In studio a commentare come ospiti il leghista Claudio Borghi, l’esponente del Pd Giorgio Tonini ed il giornalista Peter Gomez. Ma i proprietari della giostra non hanno gradito l’attenzione delle telecamere e hanno aggredito l’inviata Sara Giudice, che è stata travolta da spintoni con il microfono che è caduto sul terreno e le riprese delle telecamere interrotte.

Dallo studio i conduttori in momenti concitati invitavano la Giudice e i tecnici del programma a chiamare i carabinieri della cittadina laziale per poter porre fine all’increscioso evento, e commentando dell’ingiustizia di non poter mostrare le immagini in diretta nonostante si trovassero in un luogo pubblico e non implicassero il coinvolgimento diretto dei proprietari dell’attrazione del luna park. Anche se i commenti di molti spettatori invece sembrano non avere apprezzato la scelta del collegamento considerato “forzato” e non utile.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here