CONDIVIDI

Da sempre la figura del vampiro ha affascinato scrittori, sceneggiatori e registi che hanno reso i signori della notte protagonisti di romanzi, di film e naturalmente di serie tv, nelle quali i vampiri hanno trovato un grosso seguito tra il grande pubblico.

I vampiri nelle serie tv sono figure misteriose, affascinanti e dannatamente sexy. Tra i molti personaggi “vampireschi”, due però sono i “modelli” che spiccano. Da una parte il vampiro dall’animo nobile che rinnega la sua natura e si erge a protettore della razza umana mentre dall’altra quello che ha accettato il proprio essere e si mostra trasgressivo e sregolato, ma che alla fine si dimostra emotivo e sensibile, anche forse più del suo contraltare.

Angel vs Spike Probabilmente si tratta dei due vampiri più famosi della storia della televisione, entrambi provenienti dal Buffyverse, il mondo creato da Joss Whendon. Il primo, il grande amore di Buffy, l’angelo custode della Cacciatrice, l’eroe che non beve sangue umano perché non vuole tornare a essere Angelus, il vampiro senza anima che per più di cento anni ha seminato morte e distruzione. Il secondo invece si è presentato nella serie come il cattivo, William il Sanguinario, che era solito impalare le sue vittime. Eppure alla fine, innamorato di Buffy andrà alla ricerca della sua anima, solo per dimostrarle che lui può amare davvero. Sarà proprio lui il vero Campione alla fine di tutto.

Stefan vs Damon Il fratello buono e quello cattivo, perennemente in conflitto, specialmente per le donne; uno rinnega l’essere un vampiro mentre l’altro non cambierebbe mai ciò che è diventato. Eppure il vero mostro è Stefan quando torna a bere sangue umano dopo i suoi lunghi digiuni. Due stili di vita differenti, l’uno introverso e sensibile, l’altro sfacciato e trasgressivo. Ma chi avrà la meglio per il cuore di Elena?

Bill vs Eric Il gentiluomo del Sud, sopravvissuto (da vampiro) alla Guerra Civile americana o il principe vichingo millenario? Il primo silenzioso, sensibile, all’apparenza dall’animo nobile ma anche assetato di potere e di libertà dalla sua condizione di vampiro, a suo dire una maledizione, almeno fino a che Lilith non lo eleva a prescelto per guidare la razza dei vampiri contro gli uomini. Ben diverso il secondo, all’apparenza arrogante ed egoista, ma valoroso e fragile. Nulla è più importante della famiglia per lui, quella umana da vendicare e quella vampirica da proteggere a tutti i costi.

E voi quale preferite?

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here