CONDIVIDI

Fino ad ora nessuno riesce ancora a spiegarsi il grande successo dei Mercenari che dal 2010 ad oggi imperversa nelle sale cinematografiche. Ideato e sviluppato dal mitico e leggendario Sylvester Stallone, lo scanzonato franchise, torna in tutti i cinema dal 4 settembre per un nuovo capitolo, il terzo, promettendo di non dimenticare quella dose di ironia ed azione che ormai è diventato il suo marchio di fabbrica.

Con un cast di volti noti del panorama cinematografico che spaziano appunto da Stallone, Bruce Willis, Jason Statham, Arnold Schwarzenegger, Mickey Rourke e tanti altri, I Mercenari in poco tempo non solo hanno macinato consensi tra il pubblico, ma si sono imposti come dei moderni super-eroi, non più giovanissimi, che con un far deciso e tanta ironia compiono missioni rocambolesche al limite dell’assurdo. Non ci troviamo certo di fronte al franchise più invitante degli ultimi anni perché essenzialmente i lungometraggi sono trash e fracassoni, eppure ne I Mercenari ritroviamo la voglia di un manipolo di attori disposti a tutto pur di mettersi in gioco, per intrattenere il pubblico e far divertire con gusto.

I mercenari - 3

I mercenari 3 dunque anche se è diretto da Patrick Hughes, ha la supervisione del carismatico Stallone che non si è lasciato intimorire dopo che alcuni mostri sacri, come Bruce Willis e Jean-Claude Van Damme, hanno deciso di non confermare la loro presenza nel sequel. Se da una parte il plot si fa ancora più bizzarro ma l’azione si fa più contenuta, dovuto alle grande critiche ricevute, nei Mercenari 3 arrivano Harrison Ford, Antonio Banderas, Wesley Snipes, Mel Gibson ed anche Kelsey Grammer (che viene a sostituire Nicholas Cage). Mel Gibson sarà il villain della situazione, una sorta di mercenario ribelle, mentre tutte le new entry aiuteranno Sly e co. nella titanica impresa.

A colpire è il ruolo di Banderas che a quanto pare si è impegnato con tutto se stesso per dare veridicità al suo personaggio:” Io e Sly ci siamo incontrati per caso un paio di anni fa” racconta l’attore “siamo amici dai tempi di Assassins. Lui mi ha convinto a fare i Mercenari ed io l’ho costretto a scrivere per me il ruolo di un buono: non volevo finire morto alla fine film”. Il Divo di Malaga sarò Galgo “Ho fatto molto cambiamenti al mio personaggio. Primo fra tutti il nome: Matador. Non avrei mai interpretato uno spagnolo che si fa chiamare in questo modo”; Wesley Snipes invece che dopo la trilogia di Blade è letteralmente scomparso dalle sale cinematografiche, ne I Mercenari 3, deve affrontare Conrad Stronebanks (Mel Gibson), ex socio e co-fondatore degli Expendables, passato dalla parte dei cattivi e ritenuto morto.

Irrefrenabili sotto ogni punto di vista; si sta infatti già pensando ad un quarto film della serie, e tra i pagabili “vecchi” mercenari è in lista sia l’ex pugile Hulk Hogan che l’ex 007 Pierce Brosmam: della serie non c’è mai limite al trash.

UN COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here