CONDIVIDI
Credits: Sky

Non è certo passata inosservata, nel nono episodio di Gomorra 2, la scena in cui Scianel (Cristina Donadio) impugna un vibratore d’oro a mo di microfono, cantando a squarciagola. A distanza di giorni dalla messa in onda della puntata, la scena in questione fa ancora discutere. La cantante Cinzia Oscar, infatti, non ci sta. L’interprete neomelodica ha deciso di denunciare la produzione della serie tv targata Sky per il cattivo utilizzo fatto del suo “Nun sò ‘na bambola”, che nella sequenza la spietata Donna Annalisa canta in bagno davanti lo specchio, proprio mentre sta avvenendo un attentato al figlio, Lelluccio.

La scena che in poco tempo ha fatto il giro dei social, soprattutto di Twitter, non è stata apprezzata dall’artista che ha espresso pubblicamente tutto il suo disappunto e sconcerto per una scena, a suo dire volgare. “Sono dispiaciuta, sconcertata e allibita da ciò. Sapevo che questa mia canzone fosse stata scelta dalla produzione di questa serie. Non ho intascato nulla, a differenza degli autori Tommy Riccio e Casaburi che, com’è giusto che sia, hanno intascato una somma per i diritti, ma hanno totalmente tralasciato la mia immagine e quella della canzone stessa, disinteressandosi, senza tutelarla e tutelarmi,” ha scritto la cantante in un post sul suo profilo Facebook. “Mai avrei immaginato – continua Cinzia Oscar – di fare da sottofondo musicale a una scena, a mio parere, volgare in netta contrapposizione col significato della canzone”. Nello stesso messaggio l’artista ha anche annunciato di essersi rivolta al suo avvocato per intraprendere un’azione legale contro la produzione e tutte le persone coinvolte in questa cosa. “Sono in diritto di difendere la mia immagine, dopo anni di onorata carriera. Sono stufa di questo sistema che infanga e non tutela. Chiedo scusa a tutti i miei fan che mi hanno scritto in privato e chiamato per commentare l’orrenda scena a cui tutti siamo stati costretti ad assistere, dalla quale io prendo le distanze”. Tanti messaggi di sostegno da parte dei fan ma anche qualche frecciatina sull’inaspettato ritorno di popolarità.

A sostenere il fuoco delle polemiche contro Gomorra 2 anche la presa di posizione del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, esponente della maggioranza di centrosinistra di Vincenzo De Luca, che sempre su Facebook ha commentato negativamente la scena in questione colpevole secondo lui di dipingere ancora una volta in modo negativo e volgare i napoletani: “Dopo aver rappresentato una Napoli disperata e governata dalla camorra senza mai la presenza dello Stato e delle forze dell’ordine – spiega il consigliere regionale – adesso i produttori di Gomorra hanno deciso di farci apparire come dei deviati sessuali intenti come fa Scianel che rappresenterebbe le donne napoletane a usare spudoratamente e volgarmente sex toys. Se fosse stato un film di Almodovar l’avremmo anche apprezzato ma purtroppo è Gomorra e ancora una volta Napoli e le napoletane ne escono male”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here