CONDIVIDI

Ora che la sesta stagione di Game of Thrones si è conclusa, possiamo affermarlo: Westeros non è mai stato così tinto di rosa. Sono le donne, infatti, ad avere raggiunto gli obiettivi che si erano prefissate e ad avere in mano, più o meno indirettamente, il potere, al contrario dei colleghi uomini.

Per gli standard di Game of Thrones erano quasi tutte date per sconfitte in partenza, ma finalmente il girl power si è fatto strada tra le scie di violenza e intrighi della serie tv. Le cinque dame più potenti e influenti del continente occidentale sono loro.

Olenna Tyrell

Game of Thrones, un regno tutto al femminile

Avrà anche le sembianze di una dolce nonnetta, ma la matrona della casata Tyrell sa il fatto suo: è di fatto lei a controllare gli intrecci politici della famiglia e a rimettere al suo posto il figlio Mace, durante il loro soggiorno ad Approdo del Re. Non dimentichiamo inoltre che è implicitamente stata svelata la sua responsabilità nella morte di Joffrey.

Yara Greyjoy

Game of Thrones, un regno tutto al femminile

In questa classifica è probabilmente una delle donne che ha dovuto lottare di più per affermarsi, in un mondo maschilista come quello delle isole di Pyke. Ma grazie alla sua astuzia, Yara è riuscita a raggiungere la Madre dei Draghi e a proclamarsi regina di Pyke, sorpassando lo zio e ricongiungendosi con il suo sfortunato fratello Theon.

Daenerys Targaryen

Game of Thrones, un regno tutto al femminile

Non solo fascino: la Madre dei Draghi incanta chiunque si presenti al suo cospetto, ma in lei c’è ben altro. Dopo un’infanzia difficile, ha dato il benservito al crudele fratello Viserys, si è ripresa dalla morte dell’amato marito Khal Drogo e dalla perdita del figlio, conquistando le città schiaviste e sconfiggendo i suoi avversari. Finalmente, anche grazie ai consigli di Tyrion Lannister, dopo ben cinque stagioni si è decisa a salpare per Westeros, dritta verso il trono di cui è legittima erede.

Cersei Lannister

Game of Thrones, un regno tutto al femminile

Del suo charme e della sua classe è rimasto ben poco, dopo la vergognosa punizione che le è toccata, essendo stata riconosciuta colpevole di tradimento e altri crimini. Anche senza la sua lunga chioma bionda, però, Cersei è riuscita a sopravvivere alla perdita dei suoi figli e del marito, oltre che del rapporto con l’amato fratello Jaime. Ed è lei a sedere sul Trono di Spade, pronta a elaborare un nuovo folle piano per tenersi stretto il potere. Una vendetta più che riuscita, la sua.

Sansa Stark

Game of Thrones, un regno tutto al femminile

La spocchiosa ragazzina disperata per la perdita del suo metalupo Lady è definitivamente scomparsa: niente più sogni di castelli e principi per la giovane Stark, ma una nuova consapevolezza del proprio valore. Scampata a guerre, stupri, e alle menzogne di Ditocorto, Sansa ha finalmente conquistato una propria identità, riuscendo a farsi apprezzare anche dai suoi detrattori, che la ritenevano ingenua e responsabile della morte del padre. purtroppo però, da lei si possono continuamente aspettare sorprese, visto che, nonostante tutto, il morboso legame con Petyr Baelish non è ancora stato tagliato. Dobbiamo a lei, comunque, l’attesissima fine del crudele Ramsey Bolton.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here