CONDIVIDI

Non molto tempo fa, il suo stesso interprete lo aveva detto: “Ramsay Bolton, il mio personaggio in ‘Game of Thrones’, merita di morire“. Alla fine, lo spietato erede di Casa Bolton è morto davvero, sotto i colpi del nemico Jon Snow e sbranato dai suoi stessi mastini, e Iwan Rheon, che per tre stagioni ha prestato volto e corpo alla figura più odiata della serie, può essere soddisfatto del lavoro fatto.

Perché il suo volto ambiguamente bello e i suoi occhi glaciali, assistiti da una sceneggiatura impeccabile, hanno consegnato alla storia delle serie tv uno dei villain più riusciti dei sempre. Nonostante non mancassero i sostenitori del suo Ramsay Bolton quale re del Nord a discapito di Jon Snow e Sansa Stark, la reazione dei fan di Game of Thrones è stata pressoché unanime: Twitter e Facebook si sono trasformati in una grande festa per la dipartita di Ramsay, a base di meme sul cibo per cani.

E Rheon come l’ha presa? Il 31enne attore britannico su Twitter si dice “commosso per tutti i messaggi d’amore ricevuti” e “contento che li seguaci di Game of Thrones siano in grado di differenziare la sua persona dal personaggio“.

In Italia, per Gomorra, non è capitato lo stesso, nel caso di Malammore.

[Foto: HBO]

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here