CONDIVIDI

Ci siamo. Poche ore ci separano dal decimo e ultimo episodio della sesta stagione di Game of Thrones, Winds of Winter, che scioglierà certamente parecchi nodi e molto probabilmente farà chiarezza sul più grande mistero della serie: di chi è figlio Jon Snow? Numerosi fan della serie sono convinti che il finale di stagione confermerà l’ormai famosissima teoria comunemente chiamata R+L= J, rivelando una volta per tutte le reali origini del figlio (?) illegittimo di Ned Stark.

Come si evince dal promo del season finale di Game of Thrones 6, per l’ultimo episodio tornerà in scena Bran Stark, e con lui le sue visioni ambientate nel passato: una delle più suggestive tra quelle mostrate durante la stagione in corso è quella che si svolge sotto la Torre della Gioia, che vede l’allora giovane padre, Ned, duellare con gli uomini di Rhaegar Targaryen, mentre questi si trova nella torre con la sorella di Stark, Lyanna.

Nonostante nei libri di George R. R. Martin la situazione sia un po’ più ingarbugliata, nello show è risaputo che la guerra che aveva portato alla caduta dei Targaryen era stata provocata dal rapimento di Lyanna (di cui il futuro re Robert Baratheon era innamorato) da parte di Rhaegar, anche se in molti sostengono che tra i due ci fosse semplicemente amore. La teoria R+L= J vede perciò Jon Snow figlio della relazione illecita tra il legittimo erede Targaryen e la sorella di Ned, morta distesa in un letto di sangue nel dare alla luce il piccolo Jon. Ricordate la mano insanguinata nella visione di Bran nel sesto episodio della stagione in corso? Potrebbe essere proprio quella di Lyanna, stretta negli ultimi istanti di vita a quella di Ned, mentre raccomanda al fratello di prendersi cura del neonato. Se aggiungiamo che Robert Aramayo, interprete del giovane Ned Stark, ha anticipato che apparirà nel finale di stagione della serie, allora in Winds of Winter rischiamo seriamente di scoprire la verità su Jon Snow.

Game of Thrones, arriva la rivelazione su Jon Snow?

Praticamente assodata la veridicità della teoria, bisognerà adesso vedere come verranno rivelate le reali origini di Jon, che nell’ultimo episodio ha sconfitto l’acerrimo rivale Ramsay Bolton e riportato il vessillo di Casa Stark a Grande Inverno. Una schiera di fan sostiene che l’ex Lord Comandante dei Guardiani della Notte scoprirà tutto nella cripta del castello di Grande Inverno, dove Lyanna è sepolta e location nel primo episodio in assoluto di Game of Thrones del suggestivo dialogo tra Ned Stark e Robert Baratheon. Altri pensano invece che a raccontare a Jon Snow delle sue vere origini sarà Howland Reed, che era a fianco di Eddard durante l’avvenimento della Torre della Gioia.

C’è poi una massiccia serie di indizi disseminati per tutte e sei le stagioni di Game of Thrones che riconducono alla teoria R+L= J. Ce n’è uno, sfuggito a molti, fornitoci nella terza stagione da Catelyn Stark, che non ha mai nascosto il disagio provato nei confronti del (presunto) frutto del peccato del marito: “Quando mio marito, tornato dalla guerra, ha portato a casa quel bambino, non riuscivo a guardarlo: non riuscivo a guardare quegli occhi castani da straniero che mi fissavano“. Castani, come gli occhi di Lyanna.

La giovanissima Lyanna Stark nella visione di Bran
La giovanissima Lyanna Stark nella visione di Bran

[Foto: HBO]

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here