CONDIVIDI

Ultimo appuntamento di giugno con la rubrica dei film al cinema. Questo weekend sono ben 12 titoli i titoli in uscita, che diventano quattordici se contiamo la release evento (il 25, 26 e 27 giugno), de La città incantata, capolavoro del maestro Hayaho Miyazaki, Premio Oscar come Miglior film d’animazione e l’Orso d’oro al Festival di Berlino, e Instructions not Included, dato erroneamente in uscita la settimana scorsa. Vediamo nel dettaglio tutte le altre pellicole in sala da giovedì 26 giugno.

Big Wedding

Commedia
Regia: Justin Zackman
Con: Robert De Niro, Susan Sarandon, Katherine Heigl, Diane Keaton, Amanda Seyfried, Topher Grace, Robin Williams

L’imminente matrimonio tra Alejandro e Missy è l’occasione per riunire una famiglia molto allargata che comprende figli, ex mogli, nuove compagne, imbarazzanti ex amanti, mamme adottive, sorelle e fratelli acquisite, consuoceri. Tutto sembra essere sotto controllo, almeno fino a quando Alejandro chiede ai genitori adottivi Ellie (Keaton) e Don (De Niro) di fingersi ancora sposati per non turbare la madre naturale, fervente cattolica. Gli imprevisti sono dietro l’angolo e a complicare le cose ci si mettono la nuova compagna di Don, Bebe (Sarandon), gli altri figli della coppia e un prete col vizio della bottiglia e Bebe (Williams). Riusciranno Alejandro e Missy a coronare il loro sogno d’amore?

Gebo e l’ombra

Drammatico
Regia: Manoel de Oliveira
Con: Michael Lonsdale, Claudia Cardinale, Jeanne Moreau

L’ultima fatica del Maestro portoghese Manoel de Oliveira mette in scena il peso della crisi economica attraverso la storia di Gebo, un povero e onesto contabile, che malgrado sia anziano continua a lavorare per mantenere la sua famiglia e proteggerla da scandali e umiliazioni. Al punto che si sacrifica per proteggere suo figlio Joao, addossandosi tutta la colpa dei furti ai danni di una banca di cui si è reso responsabile quest’ultimo. Nei tre anni trascorsi in carcere Gebo avrà tutto il tempo di pensare alla sua esistenza e a tutte le ingiustizie che ha dovuto subire.

Thermae Romae

Commedia
Regia: Hideki Takeuchi
Con: Hiroshi Abe, Aya Ueto, Kazuki Kitamura, Riki Takeuchi, Kai Shishido

Takeuchi Hideki dirige questo peplum fantasy tratto dal manga di Yamazaki Mari e girato interamente a Cinecittà e nei dintorni di Roma. Lucius Modestus, geniale progettista di terme dell’Antica Roma, viaggia nel tempo fino a ritrovarsi catapultato in un centro benessere del Giappone contemporaneo! Ignaro su dove si trovi e chi siano i bizzarri personaggi dalla “faccia piatta”, Lucius in breve tempo si imbatte in tante innovazioni tecnologiche di cui era all’oscuro. Tornato improvvisamente nella sua epoca utilizza i segreti appresi per divenire l’architetto più apprezzato dell’imperatore Adriano; ma quando i viaggi nel mondo parallelo iniziano a diventare più frequenti, il corso della storia rischia di essere riscritto per sempre.

Carta Bianca

Drammatico
Regia: Andrés Arce Maldonado, Andrea Zauli
Con: Mohamed Zouaoui, Tania Angelosanto, Patrizia Bernardini

Alla vigilia di San Valentino, un incontro-scontro cambierà per sempre la vita di tre persone: Kamal, Vania e Lucrezia. Il primo è un giovane pusher marocchino, amante dei libri e col sogno di diventare italiano; Vania è una badante moldava profondamente religiosa e perseguitata dal suo passato da prostituta; Lucrezia è un’imprenditrice italiana finita, senza rendersene conto, nelle mani di un usuraio. Tre vite ad un bivio e una decisione estrema da prendere. Nessuno dei tre lo sa, ma ciascuno di loro cambierà l’esistenza degli altri in maniera inaspettata.

Quel che sapeva Maisie

Drammatico
Regia: Scott McGehee, David Siegel
Con: Julianne Moore, Alexander Skarsgård, Onata Aprile, Joanna Vanderham, Steve Coogan

Henry James adattato ai giorni nostri per raccontare la storia di una famiglia disfunzionale, una storia vista dagli occhi innocenti della piccola Maisie, una bimba di sei anni contesa nella causa di divorzio dei suoi genitori, una madre rockstar, Susanna, affettuosa ma troppo distratta, e un padre, Beale, sempre in viaggio per affari. Maisie si ritrova sballottolata da una parte all’altra in un intreccio di egoismi, infelicità, capricci e ripicche. E si dimostrerà molto più matura dei suoi genitori, guidandoli nelle loro nuove vite e aiutandoli finalmente a crescere.

La gelosia

Drammatico
Regia: Philippe Garrel
Con: Louis Garrel, Anna Mouglalis, Emanuela Ponzano

Passato in concorso a Venezia 70 il film racconta la storia di un attore teatrale trentenne, squattrinato e senza particolare talento, diviso tra le donne della sua vita: l’ex compagna dalla quale ha avuto una figlia, la sorella e la donna a cui è legato e di cui è perdutamente innamorato, anche lei attrice. Per lei, ex stella nascente, lui cercherà di fare il possibile per farle ottenere il ruolo che merita, ma ogni suo sforzo è vano e le proposte di lavoro iniziano a scarseggiare. Il menage si complica quando la donna, insoddisfatta, si innamora di un altro e poi lo lascia. Rimasto solo e disperato, lui tenta il suicidio ma fallisce, ancora una volta.

Celebrity Movie

Commedia
Regia: Emilio Ferrari
Con: Dave Burleigh, Danielle Owens-Reid, Reed Thompson

Una commedia che dissacra le grandi icone hollywoodiane degli ultimi venti anni, parodiando esplicitamente la pellicola Ocean’s Eleven. L’esistenza di Charlie Sheen in quel di Hollywood non è tutta rosa e fiori: la sua relazione con Paris Hilton è alle battute finali e Ashton Kutcher gli ha appena soffiato il ruolo da protagonista in una serie tv. Nemmeno una nuova droga consigliatagli da Johnny Deppe riesce a tirarlo su e anzi si ritrova ossessionato da Justin Bieber. Charlie crede di esserne il padre biologico e per contattarlo escogiterà assieme a George Clooney un piano ingegnoso che coinvolge alcuni dei suoi più grandi amici vip: da i Brangelina a Tom Cruise fino a Mark Zuckenberg e Donald Trump.

Le cose belle

Documentario
Regia: Agostino Ferrente, Giovanni Piperno

Dieci anni. Quattro ragazzi, quattro vite a confronto tra le speranze del passato e la delusione di un presente immobile. Girato in più di dieci anni, lo sguardo dei registi si posa sull’esistenza dei quattro protagonisti (Adele, Enzo, Fabio e Silvana) a partire dalla loro giovinezza in una Napoli – quella del 1999 – ancora piena di speranza. Nei loro occhi la luce radiosa che possiede ancora chi a quell’età sogna solo le cose belle che verranno. Poi si cresce, si diventa adulti, e sui loro volti l’ingenuità lascia il posto alla delusione e al cinico disincanto da una città che sembra paralizzata.

ADHD – Rush Hour

Documentario
Regia: Stella Savino

Al suo primo lungometraggio la regista napoletana Stella Savino indaga sulla complessa realtà dei bambini affetti da ADHD, cioè iperattività e deficit di attenzione. Una patologia che viene curata con psicofarmaci. Alternando le voci dei piccoli protagonisti e dei loro genitori la Savino dà corpo a un dibattito sul fenomeno che da tempo divide la comunità scientifica, mostrando come, spesso, la malattia venga diagnosticata “con una certa facilità”, senza che questi bambini ne siano realmente affetti.

Stories We Tell

Documentario
Regia: Sarah Polley
Con: Pixie Bigelow, Deirdre Bowen, Geoffrey Bowes, John Buchan, Susy Buchan

La regista e attrice Sarah Polley racconta se stessa e la sua vita in questo brillante e intenso lungometraggio che cerca di svelare i segreti custoditi nei racconti contraddittori della sua famiglia, uno dei quali potrebbe riguardare l’identità del padre della regista. Alternando vecchi filmini a interviste ai membri del suo clan, emerge come la verità sia in realtà qualcosa di elusivo, quasi impossibile da raggiungere

Tutte le storie di Piera

Documentario
Regia: Peter Marcias
Con: Piera Degli Esposti

Piera Degli Esposti a 360°. Immagini di repertorio e interviste compongono l’affettuoso e sincero omaggio che Peter Marcias realizza per una delle più grandi attrici italiane. L’infanzia, il rapporto con la madre, la relazione con Marco Ferreri e la straordinaria carriera di una donna vulcanica, indomabile ma dall’animo romantico. È questa la Piera che viene fuori dalle testimonianze dei tanti registi che l’hanno diretta: da Bellocchio a Sorrentino passando per i fratelli Taviani, Lina Wertmuller, Tornatore e Riccardo Milani.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here