CONDIVIDI
F1 GP Australia: Hamilton in pole, Vettel secondoF1 GP Australia: Hamilton in pole, Vettel secondo

È tutto pronto per il Gran Premio d’Australia con la Mercedes e la Ferrari tra le protagoniste. A conquistare la pole è stato il campione inglese Lewis Hamilton con il tempo di 1:22.188.

La Rossa di Sebastian Vettel è però subito dietro distaccata di 3 decimi.

Il tedesco partirà dalla seconda posizione a fianco della Mercedes. Terzo posto per il finlandese Bottas seguito dall’altra Rossa di Kimi Raikkonen in quarta.

Quinto in graduatoria Max Verstappen con la Red Bull. Buona la prova di Romain Grosjean, sesto. A seguire Felipe Massa, Carlos Sainz Jr, Kvyat e Ricciardo.

Undicesimo posto per Sergio Perez a bordo della Force India Mercedes mentre dodicesimo si piazza Nico Hulkenberg su Renault.

Soltanto 13esima posizione per l’ex ferrarista Fernando Alonso su McLaren Honda, affiancato in 14esima da Esteban Ocon su Force India Mercedes.

A seguire Marcus Ericsson su Sauber Ferrari, Antonio Giovinazzi sempre su Sauber Ferrari, Kevin Magnussen, Stoffel Vandoorne, Lance Stroll e Jolyon Palmer su Renault.

Da segnalare l’ottima prova per Antonio Giovinazzi che partirà, come indicato, dalla sedicesima posizione.

Ecco a seguire la griglia di partenza del F1 GP Australia:

Lewis Hamilton Mercedes AMG
Sebastian Vettel Ferrari
Valtteri Bottas Mercedes AMG
Kimi Raikkonen Ferrari
Max Verstappen Red Bull Tag Heuer
Romain Grosjean Haas Ferrari
Felipe Massa Williams Mercedes
Carlos Sainz Jr Toro Rosso Ferrari
Daniil Kvyat Toro Rosso Ferrari
Daniel Ricciardo Red Bull Tag Heuer
Sergio Perez Force India Mercedes
Nico Hulkenberg Renault F1
Fernando Alonso McLaren Honda
Esteban Ocon Force India Mercedes
Marcus Ericsson Sauber Ferrari
Antonio Giovinazzi Sauber Ferrari
Kevin Magnussen Haas Ferrari
Stoffel Vandoorne McLaren Honda
Lance Stroll Williams Mercedes
Jolyon Palmer Renault F1

Vedremo se domani la Ferrari darà finalmente del filo da torcere alle Mercedes, per iniziare così nel migliore dei modi la nuova stagione di F1 dopo la grande delusione dello scorso anno.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here