CONDIVIDI

Si è spento all’età di 77 anni Mauro Vestri, noto caratterista attivo negli anni ’70 e conosciuto principalmente per la saga di Fantozzi, nella quale ha ricoperto l’iconico ruolo del dottor Guidobaldo Maria Riccardelli, nel secondo capitolo della serie, Il secondo tragico Fantozzi (1977). Nell’immaginario collettivo Riccardelli rappresenta il pedante cinefilo che costringe il personaggio interpretato da Paolo Villaggio e i colleghi alla visione di estenuanti pellicole impressioniste, tra cui la leggendaria Corazzata Kotiomkin (Potëmkin), indimenticabilmente definita da Fantozzi come una ca***a pazzesca.

Il corpo senza vita di Vestri, che ha preso parte anche ad Amici miei di Mario Monicelli e a Fantozzi 2000 – La clonazione (sua ultima apparizione sul grande schermo), è stato ritrovato nella sua abitazione di Roma, dove giaceva da due giorni. Pare infatti che l’attore si trovasse in uno stato di solitudine e totale abbandono. Sul decesso, su cui aleggia l’ipotesi del suicidio, è stata aperta dal Pubblico Ministero Nadia Plastina un’inchiesta sull’accaduto e predisposta un’autopsia.

Mauro Vestri, di origini umbre ma nato nel 1938 a Genova, era comparso in oltre cinquanta pellicole, tra le quali si ricordano Milano calibro 9, di Fernando Di Leo (1972), Il cittadino si ribella di Enzo G. Castellari (1974) e Letti selvaggi di Luigi Zampa (1979).

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here