CONDIVIDI

Da qualche mese la moda è quella di scrivere una bufala attira click sulla presunta scomparsa del vip di turno; stavolta è il turno di Beppe Vessicchio, personaggio ideale da trollare dopo i clamori della settimana di Sanremo, dove anche stavolta è stato uno dei protagonisti involontari.

Nel pezzo scritto ad arte per far sembrare la notizia come realistica, si legge che Vessicchio avrebbe avuto un malore mentre si trovava in macchina insieme alla sua famiglia, e che, nonostante i soccorsi siano arrivati subito, non ci sarebbe stato nulla da fare.

In poche ore sui social il cordoglio dei tanti affezionati ad una figura ormai storica per il Festival e per la musica italiana, e il tam tam di condivisioni alimenta una bufala che diventa sempre più veritiera quando a cascarci iniziano a diventare in troppi. E anche stavolta, nonostante il sito fosse stato palesemente ideato ad arte per ingannare, è successo.

Beppe Vessicchio fortunatamente invece sta benissimo, probabilmente con la consueta autoironia che lo contraddistingue, riderà dell’accaduto. D’altronde è stato “preceduto” da altri personaggi illustri; negli ultimi mesi a finire sotto il torchio di questo tipo di siti tra gli altri Antonello Venditti, Vasco Rossi, Max Pezzali e perfino Daniel Radcliffe, il maghetto della saga di Harry Potter.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here