CONDIVIDI

Demi Moore ha rivelato una serie di episodi drammatici della sua vita.

Si parla di uno stupro, subito da ragazzina e di un aborto a 42 anni.

Una serie di rivelazioni shock per uno dei colossi di Hollywood.

Nel corso di una lunga intervista, la Moore ha parlato dei tentati suicidi della madre:

“Quando ero ancora bambina ho dovuto estrarre le pillole dalla bocca di mia madre con le mie piccole dita, prima che le ingoiasse, mentre mio padre le teneva la bocca aperta e mi diceva come fare… Qualcosa di molto importante stava succedendo. la mia infanzia era finita”.

“Il giorno dopo il mio sedicesimo compleanno decisi di andare a vivere con un chitarrista”.

Poi l’aborto: “Avevamo appena iniziato a uscire insieme, era il 2003, io avevo 42 anni e lui 15 di meno, sono rimasta incinta di una bambina, a cui avremmo voluto dare il nome di Chaplin Ray, ma al sesto mese di gravidanza ho avuto un aborto spontaneo…”.

A seguito della vicenda la Moore è sprofondata di nuovo nel mondo della droga.

Ai tempi dell’aborto, Demy Moore aveva già tre figlie con Bruce Willis: Rumer, che adesso ha 31 anni, Scout, che ne ha 28 e Tallulah, 25enne.

In compagnia di una figlia, la Moore ebbe un grave attacco che la costrinse a ricoverarsi e a passare alla riabilitazione.

“Ora sono pulita – spiega al termine dell’intervista – ma allora non avevo una carriera né una relazione stabile”.

Un racconto drammatico quello di Demi Moore, che mostra le ragioni del suo malessere interiore.

L’episodio della madre, assieme allo stupro subito in tenera età l’hanno segnata per sempre.

Storie difficili da raccontare che la Moore rivela alla soglia dei 60 anni.

Demi Moore rimane uno dei capisaldi della Hollywood del passato, un’attrice capace di segnare il mondo del Cinema e protagonista di alcune pellicole iconiche degli anni 80 e 90.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here