CONDIVIDI

Non sarebbe Natale senza un film leggero e tutto da ridere da gustarsi con gli amici al cinema, e questo l’avevano capito molto bene Christian De Sica e Massimo Boldi, che per anni hanno recitato in coppia in numerosi cinepanettoni, spesso criticati per la loro volgarità e la comicità a buon mercato, ma chissà perché, sempre di grande successo. Dopo ben trenta film di natale, però, anche la fortunata coppia era giunta al capolinea.

De Sica contrario ad un ritorno con Boldi: "La minestra riscaldata non va mai bene"

Numerose voci sono circolate sulla loro rottura, più volte ne hanno parlato anche gli stessi interessati, senza però riuscire a porre definitivamente un punto sulla questione: forse proprio per questo, come ospite nello studio di Verissimo, Christian De Sica ha colto l’occasione per chiarire definitivamente i motivi dell’addio.

Senza girarci troppo attorno, De Sica ha affermato che all’epoca era stato proprio Boldi a dire di voler voltare pagina. “A un certo punto, dopo trenta film di Natale girati insieme, Massimo mi ha detto che voleva ricominciare a fare delle cose da solo. All’inizio me la sono vista brutta, perché la nostra coppia funzionava. Poi, fortunatamente, è andate bene sia a me che a lui”. Nessun rancore quindi tra i due? Difficile dirlo, dal momento che alla domanda della Toffanin su un possibile ritorno della coppia, l’attore ha risposto che la minestra riscaldata non va mai bene, rendendo perfettamente chiaro il concetto.

“Quando le cose si rompono è difficile rimetterle a posto. Non sarebbe più la stessa cosa. Comunque, non mi sono mai divertito tanto come con Massimo. Eravamo come Ginger Roger e Fred Astaire”. Nonostante la grande intesa tra i due, che li aveva portati a riscuotere un enorme successo, è ormai chiaro che non li rivedremo mai più recitare uno al fianco dell’altro.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here