CONDIVIDI

Il Coronavirus purtroppo non smette di far parlare di sé, anche perché a quanto pare i contagi stanno persino aumentando in Italia. Nel resto del mondo la situazione è ancora più drastica. Basti pensare che contro i 500 contagi in media giornalieri in Italia, in Francia solo ieri si sono raggiunti i 3000 casi in 24 ore. Non è diversa la situazione in Spagna e Germania, e a quanto pare il caldo non uccide il virus. In Italia però preoccupano i contagi in risalita e c’è già chi dice che si sono ormai raggiunti di nuovo i livelli di maggio.

 

Coronavirus: di nuovo ai livelli di maggio

 

Il Coronavirus non è mai andato via né dall’Italia e nemmeno dal resto del mondo. A dimostrarlo sono i contagi, che sono sempre continuati, anche se per un periodo erano diminuiti. Sta aiutando il rispetto delle regole come l’uso della mascherina, anche se di certo non aiutano gli assembramenti. Di contro però, c’è un’economia che sta andando sempre più a picco.

Per questo, non hanno torto nemmeno le persone che dichiarano di non poter certo chiudere, ma di dover continuare la loro attività. Un nuovo lockdown significherebbe praticamente morire di fame e certamente le famiglie italiane non vogliono questo. Il rispetto delle regole e il lockdown hanno contribuito però a distruggere l’economia italiana. Ora tra l’altro i contagi sono ai livelli di maggio e non scendono più.

Coronavirus: i vaccini

 

Una delle soluzioni è continuare a rispettare le regole e le precauzioni al fine di evitare la diffusione dei contagi, mentre si attende il vaccino. Proprio di questo si parla negli ultimi giorni e a quanto pare in cima c’è la soluzione russa. Di questa però tutti diffidano, mentre intanto corre anche la notizia di un rimedio tutto italiano, uno americano e uno inglese. Anche l’India stavolta si lancia verso la sperimentazione per un vaccino, Paese che è ancora in vetta per i contagi. Per ora, ci si augura di trovare presto una soluzione, per tornare a vivere normalmente.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here