CONDIVIDI

La probabilità che si faccia un quarto capitolo di “Ritorno al futuro” è praticamente pari allo zero per cento. Eppure c’è ancora chi immagina di andare a spasso nel tempo a bordo della mitica DeLorean DMC-12. E chi meglio di colui che nella saga cult ne fu l’artefice? Sì, proprio lui, l’indimenticabile Emmet Lathorp Brown, per gli amici semplicemente «Doc», l’eccentrico e geniale inventore della trilogia di Robert Zemeckis interpretato dall’attore Christopher Lloyd. Un ruolo così amato dall’attore al punto da riprenderlo in un batter d’occhio se solo si facesse un altro film e tutta la banda al completo (Robert Zemeckis, Bob Gale, Michael J. Fox, Lea Thompson e Thomas F. Wilson) tornasse insieme.

Improbabile, ma divertente da immaginare per Lloyd, che compirà 77 anni proprio nei giorni in cui il franchise blockbuster segnerà il traguardo del trentennale, celebrato il prossimo 21 ottobre che, guarda caso, coincide con la data esatta in cui Marty e Doc, in “Ritorno al futuro: Parte II” , viaggiano insieme verso il futuro dal 1985. “È difficile trovare un’idea che abbia la stessa emozione dei tre film originari,” dice Lloyd. “Quindi sarebbe una vera e propria sfida per gli sceneggiatori scrivere una storia che contenga quella passione, intensità ed entusiasmo che c’era negli altri tre. Ma potrebbe essere fatto, non si sa mai,” aggiunge con una risatina. Intanto si prepara a celebrare il trentennale rindossando i panni dello scienziato nel cortometraggio inedito “Doc Brown Saves the World”, che sarà incluso nei cofanetti Blu-Ray e DVD editi per festeggiare l’evento, e non solo.

Perchè l’occasione è di quelle così importanti che non poteva non esserci anche una reunion. E così, Michael J. Fox e Christopher Lloyd si sono ritrovati di nuovo a recitare insieme in uno spot Toyota, per la nuova auto ad idrogeno Mirai, che farà il suo debutto sul mercato il 21 ottobre 2015, data simbolo del franchise. Ed è proprio di questo che discutono Doc e Marty seduti in una tavola calda. Si parla di tutte quelle invenzioni descritte nel film nel 1989 che alla fine sono arrivate anche nella mondo reale: dai film in 3D ai lettori di impronte digitali, fino ai fax (che ormai fanno parte della preistoria). Un video divertente in cui ritroviamo i nostri idoli un po’ invecchiati, ma sempre con quel tocco di humor che ce li ha fatti amare così tanto.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here