CONDIVIDI

La storia di Charlize Theron è davvero particolare.

L’attrice infatti deve parte del suo successo a un infortunio al ginocchio che mise fine alla sua carriera da ballerina. Proprio a seguito dell’infortunio si avvicinò al mondo del Cinema, divenendone successivamente un’icona.

All’epoca Charlize faceva la cameriera per pagarsi le lezioni di ballo, una grande passione che coltivava.

L’incidente la distrusse psicologicamente, rompendo per sempre il suo sogno, senza sapere che un’altro si era aperto.

“Ero molto depressa, mia madre arrivò dal Sudafrica. Vivevamo nel seminterrato di un edificio, senza finestre e ci potevamo permettere di mangiare solo ciambelle. Mi confortò e, per la prima volta, mi confidò che non aveva mai pensato fossi una brava ballerina, ma aveva visto come ero riuscita a emergere. Mi disse che dovevo andare a Hollywood e provare a recitare, perché infondo l’avevo già fatto quando balllavo a teatro. E in quello ero bravissima”

Fu la madre a pagarle un biglietto da 300 Dollari per Hollywood, dove Charlize conobbe un agente che la introdusse al mondo del Cinema.

“Sono stata single per oltre sette anni e adesso…non se ne può più. Non mi sento di dare consigli in tema di relazioni e anche quando recitò in una commedia romantica mi capita di sentirmi perdente perché, almeno fino a oggi, le mie storie non hanno avuto un lieto fine. A volte essendo una star si rischia di rimanere isolati. E, poi, io sono una donna ‘vecchia scuola’, non amo gli incontri su internet, preferisco che qualcuno mi venga presentato o fare conoscenza di persona, con un incrocio di sguardi. Mi considero piuttosto cinica, ma alla fine ho forse il cuore tenero”.

Poi passa a parlare dell’uomo dei sogni che ancora non è arrivato:

“So di essere complicata e non facile, di certo non perfetta. Cerco un uomo che sia una buona persona, che sia interessato ad ascoltare anche la mia opinione, che non parli solo di se stesso, e che ami bambini e cani. A volte ho notato come l’attrazione fisica possa scattare anche tra persone che poi non si piacciono veramente”

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here