CONDIVIDI

Cenerentola, uno dei film più attesi del prossimo marzo 2015, sembra essere stato realizzato dando importanza anche ai particolari più impercettibili all’occhio dello spettatore.
Ecco perché, per non farvi trovare impreparati, Blog di Cultura oggi vi svela alcune curiosità che riguardano tutto quello che è stato dietro le macchine da presa.

A cominciare dagli abiti della bellissima Lily James (Cenerentola) e di Helena Bonham Carter (Fata Madrina). Sapevate che per realizzare la gonna di Cenerentola ci sarebbero voluti oltre 240 metri di tessuto e più di 10.000 cristalli Swarovski? Inoltre durante le riprese sono state realizzate circa 9 copie della stessa gonna. Lo stesso dicasi per il meraviglioso abito della Fata Madrina: si dice che la costumista Sandy Powell abbia realizzato la gonna utilizzando oltre 120 metri di stoffa, 400 luci a LED, e migliaia di cristalli Swarovski. L’attrice, infatti, avrebbe compiuto seri sforzi sovrumani per trascinarlo dal momento che il vestito pesava abbondandemente, oltre che a raggiungere una larghezza di un metro e venti.

E che dire della meravigliosa sala da ballo; per renderla idealmente fiabesca gli sceneggiatori l’hanno immaginata e poi realizzata in luogo ampio le cui dimensioni si avvicinavano ai 45 metri di lunghezza e 32 di larghezza. La sala, inoltre, comprendeva pavimenti di marmo imporporato, una gigantesca scalinata, tende realizzate con quasi due chilometri di tessuto, 17 enormi candelabri appositamente realizzati in Italia, oltre tre chilometri di velluto turchese, più di 16.000 fiori di seta, e 5.000 candele a olio, ciascuna delle quali doveva essere accesa manualmente.

Quanto alla scarpetta di cristallo, elemento iconico della fiaba, per la sua realizzazione sembra che Sandy Powell si sia ispirata a una scarpa originale del 1890, trovata al museo delle scarpe di Northhampton: minuscola con un tacco 12 e molto elegante. Un risultato strabiliante raggiunto grazie anche alla preziosa collaborazione di Swarovski. Di questa sono state realizzate otto copie, ma nessuna di esse poteva essere indossata perchè il cristallo evidentemente non avrebbe permesso il movimento naturale del piede. Sono quindi state utilizzate come oggetti per le scene in cui le fanciulle del regno la provano, o come modelli da essere distrutti durante le riprese.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here