CONDIVIDI

È iniziato solo da poche settimane il programma “Casa Siffredi“, un docu-reality sulla famiglia di Rocco Tano (in arte Siffredi), che già sta riscuotendo notevole successo, nonché una buona dose di recensioni positive. Il motivo è tanto semplice quanto inaspettato: il reality non fa del tema sessuale il fulcro tematico di questo programma come invece ci si aspetterebbe, bensì lo incorpora all’interno delle quotidiane vicende in maniera sottile, elegante ed educativa.

Questo è l’elemento sorprendente e che fa riflettere: perché in questo reality la sessualità è presente, ma in maniera del tutto smaliziata. E la famiglia Tano viene presentata come una famiglia assolutamente comune, tra il quotidiano vissuto tra le belle mura domestiche dove si muovono Rocco, la bellissima e amabile moglie Rosza e i giovanissimi figli, Lorenzo e Leonardo, e la vita al di fuori dove Rocco sta coronando il suo sogno di aprire una scuola per attori a luci rosse a Budapest, la Siffredi Hard Academy.

E così, puntata dopo puntata, le giornate passano anche per la famiglia Tano, che ci mostra con leggerezza e spensieratezza come il “mito di Rocco Siffredi” non abbia assolutamente avuto effetti negativi sull’educazione famigliare né tanto meno sui rapporti tra genitori-figli.

Casa Siffredi: l'adorabile famiglia di Rocco

Molte le impensabili scoperte di una famiglia che all’apparenza può sembrare tutt’altro: come la casta sessualità mostrata dalla moglie Rosza, citata così scherzosamente da Rocco in una delle puntate precedenti: “Se facessimo un film a luci rosse io e lei, dopo due film avremmo finito le cose da mostrare“. Dall’altra parte, invece, si intuisce la stima che Rosza prova verso il marito, tale da idealizzarlo quasi come se fosse un esemplare unico nel suo genere.

Casa Siffredi: l'adorabile famiglia di Rocco

Tra le altre cose, si percepisce anche l’evidente intelligenza di Rocco, che si dimostra perfettamente conscio di quanto la sua immagine non sia socialmente accettabile, ma allo stesso tempo dimostra una spiccata ironia nello scherzare su se stesso e su tutti gli aspetti che hanno caratterizzato la sua carriera e la sua vita.

Un’aria di tranquilla armonia, insomma, quella che si respira a Casa Siffredi: un’armonia dettata dal riuscire a vivere serenamente le proprie “stranezze” e abitudini, ironizzando, come solo le persone intelligenti possono fare, su numerosi aspetti della vita, non ultimo la carriera di attore hard: questa, se per molte menti bigotte rappresenta un male da estirpare e condannare, per Rocco e la sua famiglia rappresenta semplicemente un capitolo nostalgico ormai chiuso.

Una famiglia che sfata qualunque mito e che ti costringe con ironia e intelligenza a guardare oltre le bigotte ed ottuse apparenze delle quali la maggior parte delle persone tende a circondarsi ogni giorno.

Casa Siffredi: l'adorabile famiglia di Rocco

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − tredici =