CONDIVIDI
Leonardo Pieraccioni

Leonardo Pieraccioni ironizza sulla sue età, proprio oggi che è il suo compleanno. Fa un annuncio social, su Facebook, e dice: “Buongiorno, oggi è il mio compleanno, fatemi gli auguri: 38 anni.” Ma l’età esatta dell’attore fiorentino sarebbe invece cinquantadue anni.

Leonardo Pieraccioni è attore, regista, sceneggiatore, scrittore e comico italiano. La sua carriera è iniziata molto presto, cresce frequentando il Cinema Universale di Firenze. A 17 anni conosce Carlo Conti, anche lui fiorentino, e insieme iniziano a scrivere spettacoli da presentare nelle piazze o in tv locali. Oggi, in occasione del suo compleanno, rivediamo alcuni dei suoi film che hanno riscosso più successo.

1) Il ciclone.

Scritto del 1995, insieme a Giovanni Veronesi. Il ciclone viene considerato oggi il più grande successo cinematografico del mercato italiano. Ha guadagnato oltre 75 miliardi di incassi al botteghino, un ‘Nastro d’Argento’, un ‘David di Donatello’ e due ‘Ciak d’oro’ come miglior film e migliore regia.

La storia è quella della famiglia di Levante, che vive in un paesino toscano. La loro vita viene improvvisamente stravolta dall’arrivo di una compagnia di ballerine di flamenco, vivaci e disponibili. Queste hanno scambiato il casolare della famiglia per un’azienda di agriturismo.

Levante, il protagonista, è proprio interpretato da Leonardo Pieraccioni, ma con lui nel cast recitano anche Massimo Ceccherini, Lorenza Forteza, Barbara Enrichi e Alessandro Haber.

2) Il paradiso all’improvviso.

Film del 2003, ambientato sull’isola di Ischia. Lorenzo (interpretato da Pieraccioni) è un uomo single ed è felice di esserlo. Dedica la sua vita ai piaceri e al lavoro (creatore di effetti speciali). Un giorno, per un incarico lavorativo, viene chiamato in una villa ischitana.

Qui conosce Amaranta, passerà con lei tre giorni e nel frattempo si innamoreranno. Ma al termite del soggiorno Lorenzo viene a sapere che Amaranta non era altro che un’attrice rintracciata dai suoi amici per una semplice scommessa. Il lieto fine arriverà comunque. Il film ha ricevuto un David di Donatello e due Nastri d’Argento.

3)Ti amo in tutte le lingue del mondo.

Film del 2005. Un cast speciale con Rocco Papaleo, Giorgio Panariello, Massimo Ceccherini e Giulia Elettra Gorietti. Qui Pieraccioni interpreta un professore di ginnastica di un liceo di Pistoia, Gilberto. Paolina, una sua studentessa, è follemente innamorata di lui e gli lascia messaggi d’amore in tutte le lingue del mondo.

Lui cerca di tenerla alla larga ma non ci riesce, e il preside della scuola inizia ad insospettirsi. Un giorno Gilberto incontra Margherita e tra i due nasce l’amore, ma Paolina continua a mandargli messaggi e a fare gesti disperati per lui. Da qui nasceranno molti equivoci che porteranno colpi di scena, svolte, risate e anche momenti commoventi.

4)Un fantastico via vai.

Film del 2013. Nel cast troviamo anche Serena Autieri e Giorgio Panariello. Stavolta Pieraccioni veste i panni di Arnaldo Nardi, un quarantacinquenne con un buon lavoro e una bella famiglia. Lavora in banca e spesso esce con due suoi colleghi e amici.

Uno di questi, una sera prende in prestito lo scooter di Arnaldo per andare da una delle sue donne e per sbaglio dimentica nel sottosella delle manette rosa con su scritto Natasha. Il giorno dopo la moglie di Arnaldo trova e manette e non credendo alle sue spiegazioni lo caccia di casa.

Arnaldo diventa coinquilino di alcuni studenti universitari: Anna, Marco, Camilla ed Edoardo. Da quel giorno tornerà a vivere con loro quelle gioie e quelle paure tipiche della loro età.

5)Il professor Cenerentolo.

E’ il film più recente, del 2015. Nel cast anche Laura Chiatti, Massimo Ceccherini e Flavio Insinna. Il film racconta la storia di Umberto che per evitare il fallimento della sua ditta rapina una banca. Viene scoperto e condannato a quattro anni di prigione, nel carcere di Ventotene.

Quando arriva quasi a fine pena riceve il permesso di lavorare nella biblioteca del paese. Una sera, in carcere, durante un dibattito aperto al pubblico, conosce Morgana, una donna intrigante. Morgana non capisce che lui è un detenuto, crede invece che lavori nel carcere. Umberto, approfitta dell’equivoco e inizia a frequentarla. Ma ogni giorno entro la mezzanotte, proprio come Cenerentola, deve rientrare in prigione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here