CONDIVIDI
jeff bezos amazon

Amazon raggiunge quota mille miliardi, unendosi così ad Apple nella coppia della aziende con più valore al mondo.

Un traguardo incredibile per il colosso dell’ecommerce che negli ultimi vent’anni è riuscito a crescere in modo spaventoso, partendo da una piccola idea e trasformandosi in una delle principali fonti di acquisto del mondo moderno.

Tutto si muove su Amazon, e l’acquisto in negozio è diventato quasi un retaggio del passato per molti di noi. Sembra incredibile se si pensa alle origini del progetto di Bezos, che mise in ballo i risparmi suoi e dei suoi genitori per dar vita a una startup con l’obiettivo di vendere libri in tutto il mondo.

Con un approdo in rete nel 1997, Amazon è cresciuta a dismisura muovendosi di pari passo alla rete e raggiungendo le vette che vediamo oggi, trasformandosi di fatto in una vera potenza mondiale sovrastatale.

Amazon è nata da un garage, quello di Jeff Bezos che ha avuto il coraggio di rischiare tutto per mettere in piedi questo particolare e-commerce in un’epoca dove ancora il commercio sul web era appannaggio di pochi e visto con sospetto dagli utenti che si aspettavano fregature e furti di carte di credito dalla primissima rete.

In pochi anni però il sogno di Bezos si sviluppa in modo incredibile e ai libri succedono altri prodotti, fino a diventare un rivenditore praticamente di qualsiasi cosa e muovere un mercato spaventoso, con altrettanta mole di dipendenti impegnati nella gestione e di traffico legato a corrieri e strumenti per la consegna.

Un vero e proprio miracolo americano, capace di crescere in pochissimi anni e di toccare vette mai toccate da nessuno, anzi da qualcuno sì, dalla Apple che di pari passo è stata capace di cavalcare l’avvento del web e di sfruttare al meglio lo spirito dei tempi per proporre e innovare senza fermarsi un istante.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here