CONDIVIDI
Adrian flop

Precipita Adrian che non regge più nemmeno con l’effetto polemica e curiosità.

Dallo scorso episodio, il format di Celentano ha perso addirittura mezzo milione di spettatori.

Un disastro senza precedenti che verrà ricordato come il primo vero e proprio buco nell’acqua del molleggiato, un fallimento che di certo non intacca la sua figura e l’enormità della sua produzione, ma che ci si poteva evitare con un po’ di buon gusto e sincerità nella valutazione del proprio lavoro.

Il primo episodio aveva ottenuto quasi 6 milioni di telespettatori, il cartone animato era stato poi visto da 4.554.000 persone, con il 19,1% di sharing.

Ecco però che il crollo era alle porte e, ad ogni episodio, la trasmissione ha perso telespettatori, arrivando addirittura a perdere migliaia e migliaia di utenti durante la stessa puntata.

Gli spettatori sono caduti come mosche, falciati da una pubblicità, o dallo stacco tra i due tempi del format di Celentano.

Un tracollo che imbarazza Mediaset e che pare invece divertire il molleggiato che si gode gli effetti del suo esperimento trash.

Per salvare la situazione Mediaset ha spostato Adrian al martedì dove potrebbe, in assenza di rivali, avere qualche spettatore in più.

Se pensiamo però che sono stati spessi circa 25 milioni di euro, oltre a dieci anni di programmazione, ci troviamo davvero di fronte a un fallimento senza precedenti.

Un budget con i quale si poteva realizzare qualcosa di straordinario e di memorabile, e che si è trasformato invece in un cult del trash italiano.

Una serie di episodi che sono diventati all’istante meme, e prese in giro.

Una vera e propria barzelletta televisiva per la quale i produttori si staranno mangiando le mani.

Con un nome come quello di Celentano, un flop di questo calibro era davvero impensabile.

Una grande lezione quindi per il mondo tv che si scopre meno protetto, anche non i suoi nomi più grandi.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here