CONDIVIDI
Sanremo 2019

Sanremo 2019 è un fallimento, almeno la prima puntata che registra il peggior risultato di ascolti degli ultimi 10 anni.

Il Baglioni bis parte male con un calo di spettatori. I comici non fanno ridere, si dilettano anzi in gag forzate, recitate in modo orripilante.

Un format che ha subito fatto cambiare canale, un inizio davvero moscio, poco attraente e banale che gli italiani non hanno gradito preferendo IT in onda su Mediaset e altri programmi tv.

Non si tratta di numeri allarmanti come quelli del terribile 2008, ma il dato resta e, invece di crescere Sanremo sta calando.

Altro dato interessante parla invece del tracollo della tv, ormai agli sgoccioli di fronte ai nuovi media.

Del 46.5% dello sharing infatti fanno parte solamente 10 milioni di spettatori.

La tv arranca e se la deve vedere con programmi on demand, altre forme di intrattenimento, videogiochi, serie, e magari anche libri che di sicuro offrono un intrattenimento in grado di arricchirci molto di più delle squallide gag che hanno gelato l’Ariston.

I commenti di chi non guarda il Festival variano dal disprezzo verso il programma alla semplice voglia di uscire o fare altro.

In poche parole, in pochi sono rimasti incollati al divano a guardare il festival di Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

I dati fanno pensare ad un tracollo del Festival per le prossime puntate.

Se il lancio è stato questo, difficilmente Sanremo risorgerà per miracolo, almeno che non ci siano scandali e vicissitudini in grado di attrarre il pubblico dei curiosi.

Rai si dice invece soddisfatta e comenta: “Il grande risultato premia l’ottimo lavoro della Rai per un bellissimo Festival”. Un comunicato di circostanza, dal momento che non ci si può tirare la zappa sui piedi.

Tra bassezze musicali, un’idea della musica ben lontana dalla realtà del mercato attuale e squallore tra comici e presentatori, il destino de Festival non è affatto roseo… staremo a vedere.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here