CONDIVIDI

Che dire di questi Mondiali 2014?
Una partenza illusoria che sin da subito ci ha fatto sognare con la prima ( e unica ) vittoria dei “nostri azzurri” contro l’Inghilterra. E poi? E poi l’umiliante sconfitta contro l’Uruguay che ha lottano fino alla fine “con le mani e con i denti” ( giusto per restare in tema ) pur di passare agli ottavi. E l’Italia torna dritta a casa.

Nient’altro da aggiungere in merito senonché ( e spero conveniate con me nella decisione ) credo sia giunto il momento di metterci una pietra sopra. E prima lo si farà e meglio sarà per tutti.

Allora quale migliore occasione per ricominciare insieme. Magari bevendoci su o ascoltando della “bella musica“. Oppure fare entrambe le cose , perché si sa, in momenti come questo, in cui svaniscono le speranze, le illusioni, i progetti, i sogni futuri, un bicchierino in compagnia di un giradischi ( come nei migliori film in bianco e nero ) potrebbe esserci di grande aiuto.

E Bloglive è proprio qui per questo, mettendo a disposizione una lista di successi italiani (e non) che vi aiuteranno a ripercorrere i momenti felici e speranzosi per poi rivivere quelli più “dolorosi” ( che poi lo dicono anche gli psicologi che per voltare pagina bisogna ripartire proprio dalle delusioni, accettandole ).

A cominciare dal brano “Red Red Wine” degli Ub40 ( si, si parte sempre dal solito bicchierino ) , intervallato dal successo della RettoreDammi una lametta che mi taglio le vene” ( un classico ), per poi passare al “Male” della mitica Raffaella Carrà che manco a farlo apposta ci riporta indietro nel tempo, quando un tipo tutto denti e un po’ affamato ( ogni riferimento a Suarez è puramente casuale ) pensò bene di lasciare un simpatico souvenir sulla carne fresca ( e ancora sudata ) del povero e indifeso Chiellini. A questo punto sembrerebbe inevitabile non pensare al grande Lucio Dalla, quando nel 1990 cantava “Attenti al Lupo“. Ma la ferita è ancora aperta, e allora non ci resta che provare con qualcosa di più soft e “romantico” (per cercare di alleviare il dolore) come il singolo di Sergio Endrigo che ci suggerisce “allegramente” di mantenere le distanze, perché in fondo lo sappiamo tutti, “Lontano dagli occhi, lontano dal cuore“.
Anche Claudio Baglioni potrebbe insegnarci tanto con una canzone, come quella in cui ripete a squarciagola “ Voglio andar via” ( ne prenderemo atto, Claudio ). Ma il mondo è bello perché vario, diceva qualcuno, e non tutti si rassegnano facilmente. Ecco perché nella classifica di oggi entrano di diritto “Magari” e “Ma per Dio” rispettivamente di Renato Zero e Gianni Togni.

Concludono la nostra lista due bellissimi pezzi ( un pò di sana musica internazionale non guasta mai ) che contribuiranno come gli altri a chiudere il capitolo dei Mondiali 2014. Seppur con “l’amaro in bocca”, vi lasciamo quindi con tanto di videoclip al singolo dei PixiesWhere is my mind” e “No surprise” dei Radiohead, immaginando magari un prossimo Mondiale più fortunato. Ma per quello (lo sappiamo tutti) dovremo aspettare ancora 4 anni.

Intanto diciamo addio al Brasile.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here