CONDIVIDI
Pericoli intelligenze artificiali

Il 2019 viene considerato dagli studiosi l’anno nel quale le intelligenze artificiali faranno il salto di qualità.

Una prospettiva allo stesso tempo interessante e inquietante. Le IA sono oggi utilizzate per le più svariate tematiche. Le troviamo nelle fotocamere così come nella gestione intelligente dei motori grafici e delle cpu.

Le troviamo in medicina e le troviamo anche a un livello più elevato, nella vera e propria ricerca di confine di generare una mente capace di pensare e di ragionare in modo autonomo.

Proprio su questo punto si concentrano le inquietudini di alcuni studiosi. La paura di Asimooviana memoria che le macchine prendano il sopravvento sopra gli organismi biologici. Cosa da non escludere per niente secondo molti studiosi che prevedono una pericolosa singolarità, un livello oltre il quale le macchine potranno pensare in modo autonomo e incomprensibile all’essere umano.
“Le ultime applicazioni dell’AI sono eccellenti in compiti ‘percettivi’ come classificare immagini e trascrivere discorsi – spiegano gli esperti -, ma il battage dovuto a queste nuove capacità ci hanno fatto dimenticare quanto siamo lontani dal costruire macchine intelligenti quanto noi”.
I rischi più vicini sono al momento quelli degli errori delle macchine autonome.

Della possibilità di trovarsi esclusi da alcuni linguaggi, magari legati a strutture molto delicate.
“La lunga corsa verso le presidenziali del 2020 è già iniziata e potrebbe ispirare nuovi tipi di tecnologie per la disinformazione”.

“Quest’anno saranno varati programmi in grado di riconoscerli ma essendo basati anche loro sull’intelligenza artificiale sarà un po’ un gioco del gatto col topo”.

Non vengono po trascuarate le discriminazioni di razza e genere effettuate dalle IA dedicate alla selezione del personale.

Un mondo di macchine da educare, ancora lontano dalla Skynet di Terminator, ma che ogni giorno diventa più complessa, intelligente e parte integrante del nostro modo di vivere e percepire la realtà che ci circonda.

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here