CONDIVIDI

Per incominciare, è doveroso fare una precisazione: il Maradona di Sorrentino non è il vero Maradona che correva nei campi di calcio e che negli anni ’80 ha fatto sognare una città intera. In questi giorni però, moltissimi creduloni hanno sparso in giro la voce che la maglia numero 10 più famosa del mondo calcistico avesse prestato il proprio volto per interpretare se stesso nel nuovo film di Paolo Sorrentino, in gara al Festival di Cannes.

In realtà, Diego Armando Maradona viene interpretato da un sosia incredibilmente identico al “pibe de oro”, Roly Serrano. I due sembrano davvero gemelli separati alla nascita, se non fosse per quei 10 chili in più che ha Roly Serrano rispetto al campione argentino e per un tatuaggio: il vero Maradona è orgoglioso del suo Che Guevara, mentre Serrano porta la faccia di Marx sulla schiena. Nonostante ciò, è stato facile sbagliarsi, data l’incredibile somiglianza, e sono state numerose le testate che hanno creduto che il Maradona di Sorrentino fosse quello vero.

214113396-555bd07d-f982-498a-8cac-33abe7a0172f

In Youth – La giovinezza il regista napoletano ha voluto omaggiare l’indimenticabile Maradona fornendone un ritratto, purtroppo, più che veritiero: un uomo ingrassato, con molti chili di troppo e problemi di salute, che usa un bastone per camminare e una nuova compagna-infermiera che lo assiste. Di sicuro, quello che fornisce Sorrentino non è il ritratto del campione che era una volta Maradona, che si presenta, piuttosto, come un uomo che può solo ricordare la giovinezza e il successo di un tempo mentre si avvia verso la fine dei suoi giorni.

In Youth – La giovinezza Sorrentino non vuole rovinare del tutto l’immagine di Maradona e trova spazio, in 1 ora e 58 minuti di film, per mostrare un flashback dei tempi d’oro del calciatore argentino, un flashback che riporterà indietro nel tempo i tifosi napoletani. L’immagine di Maradona, anche se ormai sbiadita, per i suoi fan sarà sempre quella di un calciatore che rincorre un pallone e che facendo goal riempie gli occhi d’emozione a milioni di tifosi.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here