CONDIVIDI

Massimiliano D’Alessandro è il primo eliminato di X Factor 9. Epilogo prevedibile della prima puntata, sebbene la sua esibizione non sia stata la peggiore, forse nemmeno la migliore ma sicuramente una delle più emozionanti della serata. Sulle note di “Terra mia” di Pino Daniele, l’allevatore di Salerno ha dimostrato anche al Live Show il suo grande talento, un talento maturo, che sicuramente non lo porta ad essere plasmabile come un ragazzino di 16 anni. E questo induce ad un’amara considerazione: X Factor ha come scopo l’individuazione del vero talento o del prodotto migliore?

In fin dei conti il pubblico è sovrano e ha decretato la fine dell’avventura del 34enne, anche se poi la parola decisiva è stata quella dei giudici, in particolare quella di Fedez, che in puntata non ha perso occasione per ricordare “l’anzianità” del concorrente: “È strano giudicarti perché mi sembra di avere davanti mio padre“.

Intervistato da Vanity Fair, Massimiliano riconosce che il “fattore età” sia stato sicuramente determinante: “Discograficamente capisco che abbiano bisogno di volti diversi, in grado di abbracciare un pubblico più ampio. Anche nella vita reale, se ti presenti a un colloquio a 40 anni, hai più difficoltà a trovare lavoro” e si mostra amareggiato per le parole del rapper, dicendo che paragonandolo al padre ha un po’ esagerato.

Dispiace vederlo abbandonare la competizione così presto, ma Massimiliano è convinto che quella musicale sia comunque la sua strada: “Vengo da un’esperienza di musica e di live molto lunga. Continuerò a fare quello che faccio, non mi fermerà nessuno“.

Noi glielo auguriamo, intanto riascoltiamo a questo link la sua graffiante performance.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here