CONDIVIDI

Ieri è andata in onda, con il solito successo, il secondo Live Show di X Factor 8. La squadra di Fedez si allarga con l’ingresso di Riccardo Schiara, uno dei nostri preferiti dai casting, mentre Morgan perde i The Wise, dopo il ballottaggio con un altro gruppo, i Komminuet. Victoria non perde nessuna delle sue ragazze e Mika continua il suo percorso con Emma e Mario.

Blog Di Cultura ha dato i voti alle esibizioni di ieri sera. In molti ci hanno convinto, ma alcuni hanno proprio toppato. Vediamo chi:

X Factor 8, le pagelle del secondo live show

Madh : il ragazzo di Fedez, noto più per i manierismi o come l’imitatore di Mengoni, ha interpretato un brano fantastico, No Church In The Wild di Jay-Z, Kanye West e Frank Ocean. Nella sua esibizione tutto era giusto: lui, la scenografia, il look, le intenzioni. Dovrebbe essere un po’ più umile e lasciare andare un po’ quell’aria da so tutto io. Comunque un’esibizione impeccabile. 9

Mario: secondo noi è uno dei più sopravvalutati: la scorsa settimana ingiustificate ovazioni per un cantante come tanti. Questa settimana, causa l’assegnazione di Mika, fa un enorme buco nell’acqua: Ricomincio da Qui di Malika Ayane è una canzone di classe, costruita sul timbro vellutato della cantante. Mario ha calpestato la versione originale, sbagliando tutto sin dall’inizio. Era totalmente fuori stile. Anche l’arrangiamento non lo ha aiutato. Per noi è il peggiore della serata. 3/4

Ilaria: la 16enne della squadra di Victoria, dopo aver emozionato con The Scientist, si cimenta su un brano, Pumped Up Kicks dei Foster The People, più scanzonato, anche per dare un po’ più senso ai suoi 16 anni. Il risultato è positivo e la resa con la band è stato un tocco di eleganza, però vorremmo che Ilaria si lasciasse un po’ più andare, abbandonasse la sua timidezza e facesse uscire la voce da leonessa che ha. Maggiore sicurezza e padronanza del palco le servono per le prossime puntate, per fare lo scatto verso le fasi calde del programma. 7 e mezzo

The Wise: gli eliminati della puntata avevano già un destino scritto, soprattutto dopo la scorsa puntata, dove non avevano convinto. Questa settimana, però, con la versione dei Cake di I Will Survive portano a casa una prova dignitosa: ciò che manca è l’impatto, il carisma. Sembravano tre che cantavano alla sagra popolare. Al ballottaggio sono stati schiacciati dai Komminuet. Comunque la sufficienza c’è. 6

Leiner: il ragazzo dalla voce soul di Fedez, dopo la modernità di Justin Timberlake, si trova di fronte un brano del 1967 di Cat Stevens. Il ragazzo, sicuramente, ha delle doti vocali, ma non riesce ad emergere rispetto ai talenti di quest’edizione: bravo si, ma c’è di meglio. Porta a casa il compitino, ma l’anima? 5/6

X Factor 8, le pagelle del secondo live show

Vivian: la rapper di Victoria, per noi, è la migliore della serata. La ragazza aveva mostrato, sin dai casting, enormi potenzialità, ma ha alternato momenti si a tanti momenti no, vedesi il primo Live Show. Sembrava condannata all’eliminazione, vista anche la difficoltà del pezzo assegnato (Doo Wop di Lauryn Hill), invece ha cantato e rappato alla grande. Personalità, stile, Vivian, questa sera, ha dominato. 9 +

Spritz For Five: Il gruppo di Morgan ieri ha fatto il passo più lungo della gamba. Reo il loro giudice, i cinque hanno avuto parecchie difficoltà con il brano, forse, più difficile da imbroccare della storia del pop, Bohemian Rhapsody. I ragazzi ce l’avranno messa tutta, ma il risultato è scarso: stonature e poca armonia. 4

Emma: La scozzese della squadra di Mika, uno dei cavalli di razza dell’edizione, dopo la divertente Blurred Lines, si diletta in un brano emozionale, I Can’t Make You Love Me di Bonnie Raitt. La cantante ha una voce meravigliosa, è pienamente coinvolta dal brano e alla fine giustamente si emoziona. Morgan critica il pianto di Emma, per noi, invece, è stato un momento bellissimo. 8 +

X Factor 8, le pagelle del secondo live show

Riccardo: Il nuovo arrivato, che ci aveva tanto convinto ai casting, ieri sera ci ha convinto ancora di più. All Of Me è stata una scelta sicura e lui, senza alcuna scenografia, ha messo in mostra il suo timbro, la sua precisione. Ci vorrebbe un po’ più di sicurezza e, poi, sarebbe perfetto, anche perchè dotato del physique du role da popstar. 8 e mezzo

X Factor 8, le pagelle del secondo live show

Camilla : La logorroica Camilla è, tra le ragazze, quella meno dotata vocalmente ma anche quella con la personalità più forte. La scelta del brano (Splendido Splendente) era, quindi, perfetta. Lei è stata meravigliosa ed è stata aiutata anche da un arrangiamento ultra moderno e da una bellissima scenografia. 8/9

Komminuet: Pietro e Francesca, dopo Bach, si cimentano in Come Undone dei Duran Duran. La scenografia, con omaggio a Diluvio, è stata una trovata leggermente kitsch e l’esibizione ha lasciato molto a desiderare, tutto poco chiaro. Nel ballottaggio, con Virtual Insanity, hanno spaccato. Forse Morgan dovrebbe fare delle scelte più in linea con i loro gusti. 5

Lorenzo: Il superfavorito Fragola convince, come sempre, con la sua Impossible, cover del vincitore di X Factor Uk James Arthur. C’è un però: è una scelta bella, sicura, ma poco coraggiosa. Essendo il favorito, si può osare di più. Comunque, esibizione ottima, come sempre. 8 +

X Factor 8, le pagelle del secondo live show

Per quanto riguarda i giudici, pollice in su per Victoria, sempre corretta e giusta, senza voler pompare troppo le sue ragazze o voler buttare giù gli altri concorrenti. Fedez continua a convincere, mentre bocciature per Mika, alcune volte fuori luogo, e, soprattutto, Morgan, fuori giri quando i suoi, giustamente, vanno al ballottaggio.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here