CONDIVIDI

Google avverte i suoi utenti di nuove vulnerabilità Android.

Samsung, Huawei o Pixel sono tutti affetti da una grave vulnerabilità.

dispositivi colpiti sono nel particolare Google Pixel 1 e 2, Huawei P20, Samsung Galaxy S7, S8, S9, assieme ad altri smartphone.
La vulnerabilità zero-day permette di installare malware all’interno dello smartphone sfruttando il browser.

Si tratta di una grave falla che la compagnia sta cercando di arginare al più presto.

Google ha comunicato tempestivamente la vulnerabilità.

Pare infatti che si tratti di una falla importante che potrebbe arrecare gravi danni ai possessori di smartphone Android.

Mentre la compagnia è al lavoro su un fix, il consiglio è quello di non installare app sconosciute.

Android non è nuova a questo tipo di problematica, le falle sono molto comuni nel sistema operativo, per fortuna però Google è sempre riuscita a risolvere in tempo le situazioni.

Vulnerabilità di questo genere permettono di installare app indesiderate nel proprio device.

Questo accade dopo aver installato di nostra iniziativa una app che contiene un malware capace di attivarne altri.

Nel particolare viene sfruttato in questo caso il browser che diventa veicolo per nuovi download e nuove installazioni.

Una problematica non da poco, in particolare per tutti coloro che utilizzano lo smartphone per lavorare.

Per fortuna l’aggiornamento dovrebbe essere imminente e le varie falle dovrebbero essere chiuse, riportando Android a una situazione di relativa sicurezza, prima della scoperta della prossima vulnerabilità.

Uno stato delle cose destinato a diventare quotidianità, soprattutto sulle nuove build.

Le falle ci sono, tutto dipende da chi le scopre.

Se vengono trovate prima dai tecnici Google, allora la situazione viene risolta in sordina.

Se vengono scoperte prima dagli hacker, allora ci troviamo di fronte a situazioni come questa.

Una situazione destinata a coinvolgere domotica, device smart e dispositivi di ogni genere.

La vera sfida del futuro tech è proprio la sicurezza.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here