CONDIVIDI

I vestiti di Carnevale sono belli da vedere, ma molti credono che l’unico modo per ottenerli sia acquistarli, quando invece in casa sono presenti tanti materiali che si possono sfruttare per realizzarli, senza dover mettere mano al proprio portafoglio. Si parla di stoffe che non si usano più, ma anche altri oggetti che potrebbero essere riciclati. Le idee a cui ricorrere sono varie e possono aiutare a ottenere costumi unici.

 

 

Vestiti di Carnevale: ecco alcuni consigli su come realizzarne alcuni senza spendere, ma utilizzando materiali comuni e che si possono trovare in casa

 

 

I vestiti di Carnevale possono essere realizzati anche senza dover spendere e soprattutto senza dover necessariamente essere bravissimi nel cucire. Basterà infatti un po’ di fantasia per realizzare mantelli, ma anche maschere. A tal fine, si possono usare materiali comuni e che si trovano in casa. Si pensi ad esempio a vestiti che non si usano più e che sono destinati a essere gettati via: tutti questi potrebbero essere invece modificati per sfruttarne il tessuto e diventare in questo modo delle ottime componenti per l’abito che si vuole realizzare. Per sistemare poi le varie parti, se non si sa cucire si possono usare degli spilli. Tra l’altro, a volte basta anche puntare sulla maschera, per interpretare dei personaggi particolari. Per realizzare queste con il metodo “fai da te”, ci possono essere tanti suggerimenti utili.

 

Le idee per le maschere

 

La carta prima di tutto, ma anche materiale come il DAS, che una volta essiccato, si potrà anche colorare. Ecco che in questo modo sarà possibile realizzare dei veri e propri capolavori, ma non solo. Si pensi per esempio ai tappi di plastica delle bottiglie, che andrebbero gettati via e invece possono diventare un ottimo modo per decorare delle maschere in cartoncino, magari incollandoli su questo. Insomma, le idee da sfruttare sono davvero tante.

 

 

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here