CONDIVIDI

Nei prossimi giorni Valentino Rossi potrebbe sostenere un test sul circuito di Misano in sella a una Yamaha R6 stradale per valutare se vi sia la possibilità di un rientro lampo nel GP di Aragon del 24 settembre. Come si legge sul sito della “Gazzetta”, la voce si è diffusa da quando il Dottore ha iniziato a muoversi autonomamente dopo l’operazione del 31 agosto, necessaria per ridurre la frattura di tibia e perone della gamba destra causata da una caduta con la moto da enduro durante un allenamento con gli amici. Il recupero di Rossi è impressionante: il campione di moto, 38 anni, è pure già stato avvistato a cena fuori in un ristorante di Pesaro.
Ma ogni storia ha le sue peculiarità.
Un caso curioso ha coinvolto il campione di Moto Gp: Valentino avrebbe subito il furto della radiografia alla gamba fratturata in seguito all’incidente subito dall’ex campione del mondo mentre si stava allenando e che ha impedito al pilota di prendere parte al Gran Premio di San Marino. Il furto sarebbe avvenuto all’Ospedale Riuniti di Ancona dove il campione di Tavullia è stato ricoverato per qualche giorno dopo l’incidente.
Chi ha rubato le radiografie alla gamba fratturata di Valentino Rossi?
Qualcuno ha trafugato l’archivio digitale dell’Ospedale prendendo proprio le radiografie alla tibia e al perone fratturate del pilota. Secondo “Il Resto del Carlino” la Procura di Ancona avrebbe aperto una indagine per capire chi possa aver compiuto una simile azione e per quale motivo. Tra l’altro sempre nelle scorse ore, a detta degli inquirenti, l’immagine sarebbe apparsa sui social dove moltissime persone l’avrebbero condivisa.
Adesso sul caso indaga la Polizia Postale per capire chi possa aver pubblicato per primo l’immagine sul web.
Certo alcune notizie sembrano nascere dall’assurdo, ma niente ormai deve stupirci, non in questi tempi, e non in una società come la nostra.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here