CONDIVIDI
Vaiolo delle scimmie

Il vaiolo delle scimmie è una malattia che presenta sintomi simili a quelli influenzali ma anche bollicine. Oltre a questo, a riguardo si possono indicare ulteriori dettagli. Si ricorda che è sempre bene informarsi presso fonti attendibili, specialmente in merito a descrizioni di disturbi salutari, al fine di evitare la diffusione di notizie non veritiere.

Vaiolo delle scimmie: ecco che cosa si sa a riguardo

Il vaiolo delle scimmie si sta diffondendo in alcune aree del mondo, ma ciò non deve destare particolare allarme, anche perché non si tratta di una malattia mortale. Ciò ovviamente non significa che non si debba prestare attenzione a cercare di evitare il contagio, al fine di essere sempre in ottima salute. In più, dopo l’esperienza del Coronavirus, è sempre meglio fare di tutto per far sì che non si ricada mai in una nuova pandemia. Si somma a tutto ciò la necessità di tenersi informati sempre tramite fonti veritiere, in modo da proteggere anche coloro che sono maggiormente esposti al rischio di infettarsi. Ci sono infatti dei soggetti deboli, come gli anziani, che potrebbero avere sintomi più forti, rispetto ad altre categorie.

Per quanto riguarda il modo in cui è possibile contrarre la malattia, questa si contrae tramite il contatto di fluidi del corpo, ma anche materiali contaminati come per esempio biancheria e lenzuola. Oltre a questo è bene conoscere la sintomatologia.

I sintomi

Somigliano a quelli di un’influenza, ma il corpo si riempie di bollicine, proprio come avveniva nel vecchio vaiolo. La malattia tra l’altro ha una durata che varia dalle due alle quattro settimane e tra i sintomi possono esserci anche dolori muscolari o esaurimento. Dato che in merito le informazioni potrebbero diventare più dettagliate, a mano a mano che vengono condotti studi a riguardo, si consiglia sempre di informarsi presso le fonti istituzionali, per rimanere aggiornati.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here