CONDIVIDI

Aprile è il mese de “Il Padrino”. Su Paramount Channel (canale 27 del digitale terrestre) sbarca la più famosa, affascinante e discussa trilogia della storia del cinema. Dopo il primo capitolo andato in onda ieri, stasera 22 aprile alle 21.10 verrà trasmesso il secondo, e per molti migliore, capitolo della saga: “Il padrino – parte II”. Domani sempre alla stessa ora “Il padrino – parte III”. Ma niente paura. Nel caso non possiate vederli, Paramount trasmetterà i tre film uno dietro l’altro domenica 24 aprile a partire dalle 19.00, per una “Padrino night” da capogiro.

Per gli appassionati di cinema, sarà l’ennesima occasione per godere ancora una volta della storia piena di colpi di scena della Famiglia Corleone; per chi non ha mai visto nessuno dei tre film, è arrivato il momento di rimediare, questa è “un’offerta che non si può rifiutare”.

vito corleone

La saga del Padrino, firmata da Francis Ford Coppola e ispirata all’omonimo romanzo di Mario Puzo, rappresenta una vera e propria pietra miliare della storia del cinema, da cui tutti i gangster movie successivi hanno tratto ispirazione. Innegabile quanto gli iconici protagonisti e le loro battute facciano parte dell’immaginario collettivo mondiale.
“Il padrino – parte II” che andrà in onda stasera uscì nelle sale cinematografiche nel 1974, come sequel de “Il padrino” del 1972.
In questo secondo capitolo, vengono raccontate in parallelo le storie del giovane Vito Corleone (Robert De Niro) che nei primi anni del Novecento sbarca in America gettando le fondamenta del suo impero criminale e quella di suo figlio Michael Corleone (Al Pacino) che, trasferitosi anni dopo nel Nevada, deve vedersela col capitalista ebreo Hyman Roth ed una serie di spietati “affari di famigghia”.

Neanche a dirlo, “Il padrino – parte II” ricevette molteplici riconoscimenti accademici tra cui 6 premi Oscar: ai tempi fu il primo sequel nella storia del cinema a vincere l’Oscar al miglior film. A spiccare le interpretazioni del lanciatissimo Al Pacino e di un Robert De Niro in stato di grazia, che per la sua interpretazione si aggiudicò il suo primo Oscar come miglior attore protagonista (che pure Marlon Brando aveva vinto nel 1972 interpretando Vito Corleone, risultando ancora oggi gli unici due attori ad aver vinto l’Oscar interpretando lo stesso personaggio rispettivamente da giovane e da anziano).

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here