CONDIVIDI

Ennesimo pasticcio da parte di Facebook che punta a lanciare una moneta virtuale senza riuscire a tenere i dati dei suoi utenti al sicuro.

Uno scandalo che travolge la compagnia con centinaia di milioni di numeri di telefono associati ad account Facebook individuati su un database privo di protezione.

Stiamo parlando di una società che detiene le informazioni di milioni di persone e che vorrebbe, in questi mesi, lanciare la sua criptovaluta “sicura”, alla quale affidare il nostro denaro.

Ennesima caduta di stile che potrebbe costare cara al gruppo di Zuckerberg.

Lo scandalo arriva dopo la scoperta di TechCrunch, che ha trovato 419 milioni di dati, 133 milioni di informazioni di utenti Facebook con sede negli Stati Uniti, 18 milioni provenienti dal Regno Unito e oltre 50 milioni dal Vietnam.

All’interno dei documenti c’era un ID Facebook con relativo numero di telefono.

In alcuni casi era possibile visualizzare nome, sesso e nazionalità dell’utente.

L’azienda corre ai ripari e commenta:

“Questo set di dati è vecchio e sembra che le informazioni siano state ottenute prima che facessimo delle modifiche l’anno scorso per rimuovere la possibilità di trovare gli altri utilizzando i loro numero di telefono. Il set di dati è stato rimosso e non abbiamo avuto prove tangibili che gli account di Facebook siano stati compromessi.”

Ma a poco servono gli annunci.

Dopo lo scandalo di Crambydge Analytica e le innumerevoli violazioni della privacy registrata, Facebook non si smentisce dimostrando la sua incapacità al contenimento dei dati utente, alla protezione delle informazioni private e, di conseguenza, a fornire un servizio efficiente e sicuro.

Una situazione davvero folle che vede i numeri telefonici di milioni di persone nelle mani di chiunque avesse accesso ai database, il tutto senza alcuna chiave di cifratura e misura di sicurezza.

Il futuro di Libra è davvero incerto, il rischio questa volta è quello di vedere i propri soldi sparire nel nulla e i nostri acquisti tracciati e diffuse in rete.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here