CONDIVIDI

Melodrammatici, patetici, ostinati fino all’indecenza. Gli “amori sfigati” sono uno step inevitabile nella vita di tutti e che tu sia un sexy adone conta ben poco: prima o poi sarai trascinato in quel baratro che bandisce pudore e dignità, dove la cieca perseveranza non conosce limiti. Innalzando a vessillo il noto proverbio “se vuoi puoi“, gli innamorati sfortunati dichiarano guerra all’amore impossibile con ogni mezzo, forti del fine degno da raggiungere.

“E non aver mai paura di essere ridicolo. Solo chi non ha mai scritto lettere d’amore fa veramente ridere”: se la sfiga non ha risparmiato neanche Vecchioni, perchè dovrebbe essere clemente con te?

Quest’anno proprio le pene d’amore sono il ritornello dell’estate bolognese: da un’idea di Chiara Rapaccini, artista, scrittrice, umorista, nasce la rassegna “Amori sfigati” promossa dalla Cineteca di Bologna. Una manifestazione sotto le stelle cominciata l’8 luglio fino al 17 in cui sarà proiettata una serie spiritosa di film a tema: ‘Io e Annie‘ di Woody Allen,’Donne sull’orlo di una crisi di nervi‘ di Almodòvar, ‘Gli amori di una bionda‘ di Forman e per finire il musical di DemyLes Parapluies der Cherbourg‘.

Sei sfigato? Entra” Inaugurata l’8 luglio la mostra “Amori sgualciti” a cura della Rapaccini, in arte RAP, nella Biblioteca Sala Borsa aperta al pubblico fino al 14 agosto. Vignette esilaranti e goffe raccontano in chiave parodica equivoci d’amore, fallimenti di coppia, situazioni imbarazzanti e ridicole.

Sempre il 14 luglio ci sarà la premiazioni del concorso, unito all’esposizione, e a vincere sarà chi ha saputo meglio raccontare la sua rovinosa esperienza d’amore. Perchè non c’è miglior modo di affrontare una sconfitta di una bella e grassa risata!

Credit photo Chiara Rapaccini repubblica.it

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here