CONDIVIDI

Il rapper milanese J-Ax lascia libera la sua poltrona di coach a The Voice, il talent show canoro di Rai 2 la cui quarta edizione andrà in onda a partire da febbraio 2016. Alessandro Aleotti, alias J-Ax, ha dichiarato di aver avuti problemi con la produzione del programma, la quale viene accusata di aver creato un clima poco sereno e di non essere stata chiara con il coach.

J-Ax ha commentato in questo modo la sua dipartita da The Voice: “Ho deciso di non rifare il talent di Raidue The Voice. La causa della mia scelta è imputabile al comportamento poco limpido nei miei confronti da parte della produzione che ha creato un clima poco rassicurante e spiacevole tanto da pregiudicare la mia partecipazione alla nuova edizione del programma“.

Le sue dimissioni quindi, per ora, sembrano irrevocabili ma il rapper ha anche aggiunto: “Ringrazio la Rai, il Direttore di rete Angelo Teodoli e il capostruttura di Raidue Fabio Di Iorio che hanno creduto fortemente in me e con i quali ho instaurato un rapporto di reciproca stima e fiducia che ci ha permesso di condividere i contenuti e lavorare in sintonia“. Con queste parole l’ormai ex coach si riferisce all’offerta della rete Rai per la conduzione del suo nuovo programma, “Sorci Verdi“.

The-Voice-2015-Chiara-Iezzi-e-J-Ax

La replica della produzione di The Voice, però, suona piuttosto amara. Marco Tombolini e Pasquale Romano della produzione del talent show hanno risposto alla decisione di J-Ax così: “Apprendiamo con serenità e rispetto la decisione di J-Ax di non rendersi disponibile a partecipare alla prossima edizione di The Voice. Al momento, tra l’altro, la sua presenza al programma da parte della produzione non era confermata e questo crea una fortunata convergenza di intenti“.

Nonostante la produzione di The Voice ringrazi fortemente “il signor Aleotti” per aver collaborato con il programma e con la rete nella direzione del rinnovamento, non sembrano essere state dimenticate le recenti e poco lusinghiere dichiarazioni di J-Ax sul programma di Rai 2. “Certo invece è forse lo spirito provocatorio di J-Ax che, come molti artisti che vogliono fare gli indipendenti, i Sorci Verdi li fanno vedere solo a reti televisive, produttori e format che hanno garantito loro visibilità rispettando le loro doti artistiche. Ci riferiamo anche alle parole poco eleganti e gratuite nei confronti di The Voice usate recentemente da Alessandro durante la sua trasmissione“, ha continuato la produzione.

chiara-iezzi-the-voice-of-italy-1

Infatti, poche settimane fa il rapper milanese aveva definito The Voice “quel talent in cui cantanti che sperano di realizzare dischi di successo giudicano talenti musicali che i dischi di successo non li faranno mai“. Comunque, la controreplica di J-Ax alla produzione del talent show sono state dure: “Auguri a trovare qualche mio collega disposto a lavorare con voi“.

Dietro a queste dimissioni, non certo inaspettate, potrebbero esserci dei risvolti interessanti e nuove proposte di lavoro in tv per l’ex coach di The Voice. J-Ax potrebbe presto stringere amicizia con Maria De Filippi e con la Mediaset, che lo vorrebbero come coach nel talent show di Canale 5 Amici.

MARIA-DE-FILIPPI-E-J-AX_1AC46071

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here