CONDIVIDI

The Irishman, uscito nelle sale USA venerdì scorso, ha visto un lancio molto ridotto a livello cinematografico, tanto da scatenare le proteste dell’associazione esercenti cinematografici americani.

John Fithian, direttore del National Association of Theater Owners, ha parlato sul giornale The Hollywood Reporter, contestando Netflix per la distribuzione ridotta nelle sale di quella che è una pellicola di grande impatto.

Il film, attesissimo dal pubblico e che vede Scorsese alla regia, è uscito infatti in un numero limitato di Cinema, prediligendo la piattaforma Netflix.

“Netflix sta per affrontare una sfida al loro modello business per la prima volta e ha mancato un’opportunità strategica” – ha spiegato Fithian, riferendosi alla guerra tra piattaforme streaming ormai imminente con l’arrivo di Disney+.

“Netflix, aggiunge Fithian, sta dando ai registi il segnale che anche se sei Martin Scorsese, non avrai l’uscita cinematografica ampia che vuoi, attraverso Netflix”.

La gestione di un film del calibro di The Irishman ha dato vita a molti scandali che dimostrano l’attrito tra Cinema e mondo streaming.

La compagnia infatti sta tentando in ogni modo di tenersi stretta la pellicola, evitando di diffonderla nei Cinema.

The Irishman, vede tra i suoi protagonisti Joe Pesci, Robert De Niro, Al Pacino.

In Italia, la pellicola uscirà dal 4 al 6 novembre, anche nel nostro caso in un numero limitato di Cinema.

Il film arriverà poi su Netflix a fine mese.

La piattaforma si prepara all’impatto di Disney +, vero rivale di Netflix e capace di prendere davvero la sua utenza e di mettere in difficoltà economiche il colosso streaming.
The Irishman racconta la storia del sicario Frank Sheeran (De Niro), raccontandone la vita legata al sindacato e alla famiglia mafiosa dei Bufalino.

Un film che sta ottenendo recensioni molto positive e mostra uno scorsese ancora ai massimi livelli.

Resta da capire se la scelta di farsi produrre da Netflix sia quella migliore per un film di ampio respiro che si distacca dalle serie  e dai film di solito spinti dalla compagnia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here