CONDIVIDI
squadra antimafia

Con grande attesa e trepidazione da parte dei fan più accaniti, torna in tv Squadra Antimafia 7 con la seconda avvincente puntata. Dopo essere stato sparato in testa, il vicequestore Calcaterra viene sottoposto con urgenza ad un’ operazione al cervello. Nonostante l’intervento sia riuscito, il primario dell’ospedale di Catania afferma che l’uomo non è ancora fuori pericolo e potrebbe riportare danni irreversibili, essendo stata toccata una parte delicata del sistema nervoso. Ma Calcaterra non molla, si risveglia e incita la sua squadra ad insistere sul magistrato Ferretti. Infatti, tornata a casa insieme alla figlia Sara dopo il rapimento, la donna di giustizia prende la chiave degli archivi di Crisalide e la nasconde in un posto sicuro. Ma il cattivissimo De Silva, che la spiava da tempo, riesce a scoprire il segreto del magistrato.

Intanto i Maglio incominciano a muovere guerra alla famiglia mafiosa rivale, commettendo una mattanza nel centro di Catania. La Squadra della Duomo continua ad indagare sul Broker e il nuovo vicequestore Tempofosco e l’informatica Cantalupo si infiltrano nella banda di un contatto con il boss, fingendosi narcotrafficanti di Roma. La situazione si complica in quanto la ragazza, che ha lasciato l’arma, non riesce a sostenere il ruolo da infiltrata. Per ben due volte la Duomo sta per intervenire in aiuto dei colleghi ma la prontezza e l’abilità di Tempofosco salvano la situazione e le indagini.

De Silva si presenta a casa della Ferretti, intimandole di dargli la chiave ma la donna rifiuta: il tanto conteso oggetto è la sua assicurazione sulla vita. Intanto Rosy si reca in ospedale per poter vedere il suo amato. Nonostante le abilità e l’intuito del nuovo capo, Lara Colombo si mostra ancora ostile nei suoi confronti. Tempofosco si occupa della squadra di scorta della figlia della Ferretti e il vicequestore ne approfitta per interrogare il magistrato. La donna nega di avere la chiave ma non viene creduta. Le indagini si stabilizzano e rendono chiara la situazione: Veronica e i Maglio cercano la chiave di Crisalide per il Broker, mentre Rachele Ragno si circonda dei Corvo per una nuova guerra.

La Duomo, infiltrandosi negli affari di un contatto tra i Maglio e il Broker, riesce a seguire i movimenti dei conti online degli affari di Veronica Colombo ma l’intrusione viene scoperta da Veronica e il contatto viene ammazzato da uno dei fratelli Maglio. Intanto Francesca, poliziotta della Duomo, distrutta per gli avvenimenti e sconfortata per avere a che fare ogni giorno con la morte, lascia la squadra e si trasferisce in Africa. Blitz, indagini e ricerche portano sempre più vicino a stabilire un contatto con il Broker e numerosi sono gli arresti effettuati dalla Duomo.

Spagnardi, capo in carica dell’organizzazione Crisalide, esce dal coma e Lara, senza avvisare il PM, va ad interrogare il pregiudicato per avere informazioni sulla chiave. Veronica, avvisata dall’ospedale, riceve la stessa notizia e manda gli uomini dei Maglio a prendere l’uomo prima che possa parlare con la polizia. I Maglio tentano nuovamente di rapire il magistrato Ferretti e la Duomo comprende che sia lei a possedere la chiave, mentre Calcaterra in ospedale in preda alle convulsioni ha una crisi e la sua situazione peggiora. Il magistrato Ferretti e la figlia vengono inserite in un programma di protezione in una località sicura, ma il magistrato Barca, che si occupa dell’operazione di scorta, è in accordo con Veronica Colombo. La mafiosa ordina al giudice corrotto, amico di Spagnardi, di trovare la chiave e di non lasciare testimoni: la Ferretti e la figlia devono morire.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here