CONDIVIDI

I problemi per la Sony purtroppo non sono terminati. A preoccupare l’azienda adesso è il furto dello script del nuovo film sull’agente 007, intitolato Spectre e la cui uscita è prevista per novembre 2015. L’attacco ai sistemi informatici della major hollywoodiana, iniziato il 24 Novembre, ha permesso agli hacker di impadronirsi di una mole enorme di materiale e documenti che sono finiti online.

Primi fra tutti gli screener dei film Annie, Fury e Mr Turner, che, non appena finiti nel circuito del download illegale hanno raggiunto i primi posti nella classifica dei download nei siti di file sharing come Torrent Freak o Pirate Bay. Notizia un po’ più recente, invece, la diffusione online delle email tra la co-presidente della Sony, Amy Pascal, e il produttore Scott Rudin contenenti pesanti insinuazioni su personaggi dello spettacolo e non come l’attrice Angelina Jolie che viene definita una mocciosa viziata e Barack Obama a cui, invece, sono rivolti commenti razzisti.

La Sony, dopo i turbamenti di queste ultime settimane, si trova, quindi, a dover affrontare un ulteriore minaccia. Il portavoce della Eon Production dichiara:

“Si tratta di una prima stesura della sceneggiatura, il timore è che, così come è accaduto per l’altro materiale rubato durante l’attacco informatico, anche il copione del film possa essere pubblicato illegalmente on line”

I legali della Sony, per proteggersi da eventuali diffusioni della sceneggiatura, hanno rilasciato una dichiarazione ufficiale in cui ricordano che il materiale è protetto da copyright, per cui invitano chiunque ne venga in possesso a non “pubblicare, caricare, scaricare o fare qualsiasi uso delle informazioni rubate”. Così come riporta la Bbc, un portavoce della Sony ha smentito voci secondo cui le riprese del film possano essere sospese a causa del furto.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here